Serie B: quattro squadre in vetta, scivoloni per Pescara e Livorno

Un inatteso quadrumvirato composto da Carpi, Frosinone, Bologna e Trapani guida la classifica della serie B dopo la 10a giornata. Il Frosinone, infatti, non riesce ad approfittarne per allungare in vetta lasciando l’intera posta in palio sul campo della Virtus Entella. Una rete dell’ex messinese Pedro Miguel Costa Ferreira a poco piu’ di 20′ dalla fine del match regala tre punti preziosi per la classifica alla formazione ligure (che ha sempre una gara da recuperare), alla seconda vittoria di fila dopo quella di Cittadella. Chi ne approfitta per confermarsi rivelazione e’ il Carpi di Fabrizio Castori, che strapazza all’Adriatico il Pescara (0-5) al termine di una gara che ha vissuto di molti episodi determinanti. Primo l’infortunio al 25′ dell’arbitro Pinzani (sospetta rottura del tendine) sostituito dal quarto uomo Strippoli. Poi al 44′ il rosso al portiere degli abruzzesi Aresti per fallo su Mbakogu lanciato a rete. Fuori Maniero, dentro Fiorillo ma la squadra di Baroni prende due gol prima dell’intervallo (Concas e Letizia gli autori). Il match si complica ancora nella ripresa (Letizia e doppietta di Mbakogu) tanto da indurre gran parte del tifo organizzato a lasciare gli spalti e iniziare la protesta, anche se la societa’ alla fine conferma il tecnico. Intanto, pero’, il Carpi e’ in testa al campionato. Perde una buona chance anche il Livorno che nella parte finale del match cede in casa allo Spezia. Match winner ancora una volta Catellani che permette alla sua squadra di portarsi a due punti dalle capolista, a uno dai labronici.   Muovono la classifica il Perugia, che a Vercelli porta a casa un punto (0-0) al termine del match contro la Pro, quindi Avellino e Lanciano che si dividono posta in palio e numero di espulsi (due per parte). La gara si sblocca verso la fine: rossi al campano Ely ed a Thiam del Lanciano, poi a Ferrario con gli ospiti in nove che comunque passano in vantaggio con Mammarella. Gli irpini restano anch’essi in nove per il rosso a Visconti e pareggiano con Arrighini. Non batte colpo il Bari che perde a Varese: Lupoli segna su rigore, Sciaudone perviene al pari, ma quando sembrava che il pari accontentasse le due squadre Neto Pereira segna il gol vittoria che fa respirare i lombardi. Pari tra Latina e Brescia (Viviani e Caracciolo i marcatori) e tra Crotone e Cittadella (Sgrigna, Torregrossa, Ciano e infine pari di Busellato in pieno recupero), mentre da’ segni di risveglio il Catania di Sannino. Contro il Vicenza, gli etnei passano con Cani, rimangono in superiorita’ numerica (rosso a Sbrissa), sbagliano ancora un rigore con Rosina, ma poi ne segnano un altro con Calaio’ e arrotondano nel finale con Martinho. Ieri, intanto, si sono giocati due anticipi: il Trapani ha espugnato il campo della Ternana, mentre nel derby emiliano Modena e Bologna hanno chiuso come avevano iniziato e cioe’ sullo 0-0. Il campionato riparte subito con un turno infrasettimanale: lunedi’ anticipo di lusso tra Bologna e Trapani e martedi’ tutti gli altri match dell’11a giornata tra i quali spicca Perugia-Avellino.

Leggi anche

Scandone che beffa! Rimonta e controrimonta: vince Salerno 85-79

Avellino sciupa un vantaggio a pochi secondi dalla fine, regalando la vittoria alla Virtus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.