Ternana-Avellino: un super Brignoli nega la vittoria ai lupi

CRONACA DEL MATCH- Termina 1-1 la sfida del Libero Liberati tra Ternana ed Avellino.  Circa 600 tifosi biancoverdi sugli spalti. Terreno di gioco in buone condizioni nonostante le copiose precipitazioni dei giorni scorsi. Fischio di inizio, si parte. Dopo una fase di studio introduttiva, al 12′ i Lupi sfiorano il gol con uno splendido destro a scendere di Castaldo, il portiere Brignoli con un balzo felino salva il risultato. Dopo un solo giro di lancette è ancora l’ariete di Giugliano a rendersi pericoloso con un colpo di testa velenosissimo sventato ancora una volta dal numero 1 rossoverde. Partita tirata, giocata prevalentemente sulle fasce. Bittante è leggermente in difficoltà, Gavazzi e Rispoli sono in superiorità numerica e dialogano molto bene. Ammonito il diffidato Arini al 26′, salterà con ogni probabilità la prossima gara interna contro il Lanciano. Bisogna aspettare il 33′ per il primo tiro dei padroni di casa, conclusione centrale di Antenucci neutralizzata da un sicuro Terracciano. Altra occasione per l’Avellino, Galabinov  si libera e calcia di sinistro, si salva ancora Brignoli di piede in stile Garella. Al 42′ la Ternana si rende pericolosa con un colpo di testa di Farkas. Termina il primo tempo a reti inviolate. Si ricomincia. Ospiti guardinghi,Umbri arrembanti. Sugli sviluppi di un cross Pisacane stende Litteri in area al 9′ della ripresa. Per l’arbitro nessun dubbio, è rigore. Antenucci si incarica della battuta e trasforma il penalty. Avellino in svantaggio. Tutto da rifare. Rastelli corre ai ripari, dentro Ciano, fuori Angiulli. Dopo due minuti, come da copione, arriva il pareggio biancoverde ad opera di Galabinov con un colpo da fermo a rientrare. Sembra la fotocopia a colori della rete di Novara. Decimo sigillo per lui e Avellino di nuovo in partita. 29 minuti sul cronometro, entra il pitone Biancolino al posto dell’autore del gol Galabinov. Ospiti stanchi, Ternana tutta in avanti alla ricerca disperata del vantaggio. Dribbling secco, conclusione e palo esterno di un indemoniato Zito. Sembra uno scherzo del destino (l’esterno era a un passo dal firmare per l’Avellino). Repentino ribaltamento di fronte. Dopo una mischia in area Castaldo lascia partire un bolide destinato all’incrocio ma è di nuovo il portentoso Brignoli a spegnere sul nascere il boato dei supporters Avellinesi. Entra il neo-acquisto Pizza. 4′ minuti di recupero. Mancano 120 secondi, palla vagante, Biancolino la appoggia a Zappacosta che di destro conclude a botta sicura ma il portiere delle fere è insuperabile. Termina 1-1 la sfida del Liberati segnata da ben cinque interventi fenomenali dell’estremo Ternano. E’ un risultato bugiardo, mendace, figlio di miracoli e padre di rimpianti. L’Avellino, nondimeno, sembra finalmente tornato quello del girone di andata: volitivo,ardimentoso, mai domo. Tra soli 7 giorni bisognerà affrontare il Lanciano. I lupi sono vivi, più che mai.

Leggi anche

Scandone che beffa! Rimonta e controrimonta: vince Salerno 85-79

Avellino sciupa un vantaggio a pochi secondi dalla fine, regalando la vittoria alla Virtus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.