Ternana-Avellino le pagelle dei lupi. Fabbro, Castaldo e Galabinov i migliori

Terracciano 6 –Con il macinare delle partite sta tornando alle condizioni del girone d’andata, dando sicurezza e fiducia. Unico grattacapo importante per lui è il palo di Zito. Sul rigore non può nulla, anche se aveva indovinato la direzione.

Decarli 6,5 –Rientrato dopo la squalifica, si dimostra di essere carico e voglioso di riscatto. Dimostra di essere cinico e elegante. Nonostante l’assenza di Izzo, Saulo dimostra di essere un’acquisto azzeccato e sopratutto importante per la squadra. La prova di Novara sembra essere archiviata nei meandri della sua mente

Fabbro 6,5 – Il The Wall biancoverde si dimostra un difensore granitico: i suoi interventi puntuali sbrogliano una serie di situazioni pericolose dalle parti di Terraciano. Lotta su tutti palloni.

Pisacane 6 – Ingenuo commette il fallo che costa caro all’Avellino, visto che l’arbitro assegna il calcio di rigore. Ma nonostante tutto disputa una buona gara dando una grande apporto al reparto arretrato. 

Zappacosta 7 – Il pendolino di Sora è tornato. Una prestazione magnifica da parte del numero due biancoverde. Disegna assist con il contagiri. Nel finale di gara potrebbe incorniciare la sua prestazione con un gol ma Brignoli gli nega questa gioia.

D’Angelo 6,5 – Sempre col coltello tra i denti. Lotta su qualsiasi pallone. Partita di sacrificio per lui, ripiega in difesa dando un contributo davvero importante.

Arini 6,5 – Rimedia un giallo che gli costerà caro, visto che salterà la gara interna contro il Lanciano perchè diffidato. Ci prova anche dalla distanza sfiorando anche il gol. Come sempre morde le caviglie degli avversari recuperando tanti palloni. Detta i tempi a centrocampo.

Angiulli 6,5 – Chiamato per sostituire Schiavon, lo fa in maniera egregia. Mette in campo corsa, carattere ma sopratutto grande personalità. Rastelli ha azzeccato la mossa di mandare in campo il giovane talento biancoverde.

Bittante 5 – L’ex Viola è il peggiore in campo. Gli avversi nella sua zona fanno quel che vogliono. Prova a creare qualche suggerimento per i compagni di squadra, ma sfortunato non ci riesce.

Castaldo 7,5 – Non c’è nulla da dire, ha fame di gol. Gioca un primo tempo di grande spessore tenta la conclusione, ma si trova difronte un Brignoli in giornata. Stanotte avrà gli incubi ripensando alle parate dell’estremo difensore delle Fere. Arretra anche per dare una mano in fase difensiva. Il bomber di Giugliano anche contro la Ternana resta a secco ma si dimostra in grande condizione fisica. 

Galabinov 7,5 – Già nel primo tempo cerca il gol, ma prima per sfortuna e poi per bravura dell’estremo difensore rossoverde non pesca il jolly. L’Ariete bulgaro però si riscatta nella ripresa realizzando un gol da cineteca, rete che viene favorita anche da un tocco di Farkas che sporca il pallone mandando in palla Brignoli. Con questo gol salgono a dieci le reti segnate in questo campionato. Dimostrandosi di essere sempre l’arma in più.

 

Leggi anche

Scandone che beffa! Rimonta e controrimonta: vince Salerno 85-79

Avellino sciupa un vantaggio a pochi secondi dalla fine, regalando la vittoria alla Virtus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.