SERIE B

Tesser: “Avellino squadra forte, noi diremo la nostra”

“Contro l’Avellino per noi inizia un ciclo terribile, con 6 gare da disputare nell’arco di 26 giorni. E sono tutte complicate, a cominciare da quella contro la compagine irpina, che vincendo contro di noi potrebbe agganciare il Perugia in vetta alla classifica. Facile dunque immaginare che i biancoverdi affronteranno il match per fare bottino pieno. Però analoga motivazione avremo noi, per consolidare la nostra classifica e per regalare la prima vittoria interna ai nostri tifosi. Complicato riuscirvi, doveroso provarci”. Al termine della rifinitura Tesser analizza le molteplici difficoltà proposte dalla sfida casalinga contro la squadra di Rastelli. “Rispetto allo scorso anno – spiega il tecnico veneto – l’Avellino ha cambiato 5-6 undicesimi, perdendo qualche pezzo pregiato come Seculin, Izzo, Zappacosta e Galabinov ma sostituendolo in maniera ottimale con gente come Gomis, Ely, Vergara, Kone, Zito e Comi. Inoltre il nucleo storico formato da Pisacane, Bittante, Arini, Schiavon e Castaldo, oltre a Fabbro e D’Angelo, attualmente infortunati, ha consentito all’allenatore di trasmettere ai nuovi arrivati i concetti di gioco che si sono rivelati fondamentali nella passata stagione, nella quale i play off sono sfumati all’ultimo tuffo. A mio avviso per aggressività, furore agonistico e tasso dinamico questa è tra le squadre migliori del torneo cadetto e gli 11 punti finora raccolti lo testimoniano in maniera eloquente. Di conseguenza per fare risultato dovremo affidarci alle stesse armi, nel tentativo di prevalere, o quanto meno di non soccombere, sul piano del ritmo e dell’intensità. E a livello tattico cercheremo di giocarcela alla pari con il tris di mediani avversari, frenando le iniziative degli esterni, rubando palla in mezzo al campo e provando sempre a ribaltare l’azione in velocità. Insomma, dovremo essere accorti e propositivi, concentrati e reattivi dal primo all’ultimo minuto. La probabile formazione? In linea di massima giocheremo con Avenatti e Ceravolo in avanti, Eramo sulla trequarti, Gavazzi, Viola e Crecco in mediana, Fazio, Masi, Meccariello e Vitale in difesa e Brignoli tra i pali, anche se ho un interrogativo che mi riservo di sciogliere in extremis. Le assenze? In settimana si è bloccato  Janse mentre Valjent è stato convocato dalla under 21 slovacca, inoltre Russo non è al meglio e probabilmente resterà in tribuna. Però abbiamo recuperato Vitale, Avenatti e Bojinov e pure Ferronetti stringendo i denti dovrebbe farcela per la panchina. Del resto anche i nostri avversari lamentano qualche assenza pesante. Dunque – conclude l’allenatore della Ternana – nessun alibi, ma l’obbligo morale di dare tutto, onorando i nostri colori”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button