{VIDEO} Massimo: “A Crotone poco attenti. Con il Cesena ci rifaremo”

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=lGbJmxaEzCA[/youtube]

Non è stato uno dei migliori in quel di Crotone. Ma Rastelli ha piena fiducia nelle sue qualità. E punta tanto su di lui. Oggi Emiliano Massimo si è presentato in sala stampa. Ecco le sue dichiarazioni.

Massimo, un parere sulla disfatta di Crotone. Cosa non ha funzionato?

“Era un campo difficile e tale si è dimostrato. Credo che la differenza c’è stata soprattutto nel primo tempo. Siamo entrati in campo più molli e meno attenti del solito. Nelle altre occasioni avevamo dimostrato tanta attenzione, soprattutto ai minimi particolari. Sui goal è mancato un pizzico di concentrazione da parte nostra. Invece nel secondo tempo abbiamo interpretato bene la gara. Gli abbiamo chiusi nella loro metà campo e solo nel finale ne sono usciti. Meritavamo il pari nella ripresa perché abbiamo reagito alla grande. Adesso bisogna ripartire da quanto di buono fatto negli ultimi tempi”.

Che ruolo prediligi in quest’Avellino?

“Sono un centrocampista a tutti gli effetti. Il mister sa che può utilizzarmi in ogni zona del centrocampo. Ho sempre fatto il mediano, ma ciò non significa che non possa occupare altre posizioni. Decide il mister dove è più opportuno farmi giocare”.

Quanto inciderà questa sconfitta nel vostro cammino futuro?

“Dopo una sconfitta si ha sempre più fame. Per fortuna il campionato è lungo. Abbiamo subito la possibilità di rialzarci. Sabato arriva il Cesena. Con squadre più blasonate noi ci carichiamo ancor di più. Come sempre saremo con il coltello tra i denti. La sconfitta di Crotone ci può stare. Siamo andati oltre i nostri limiti finora. Dobbiamo continuare su questa strada evitando di avere altri incidenti di percorso”.

Contro il Cesena ritroverete la vostra arma in più, cioè il pubblico del Partenio.

“Grazie all’aiuto di questa tifoseria ci esprimiamo sempre al meglio. Ma anche fuori casa loro ci seguono e ci caricano, come sabato a Crotone. Il problema è sempre per gli avversari. Venire a giocare qui è sicuramente molto difficile”.

L’obiettivo nella vostra testa è sempre solo ed esclusivamente quello di raggiungere la salvezza?

“In questo momento l’obiettivo primario è sempre lo stesso, cioè la salvezza. Prima otteniamo tale traguardo, poi inizieremo a sognare. Conosciamo la difficoltà di questo campionato. La sconfitta di sabato ne è stata la prova. Non possiamo mollare di un centimetro. Basta un piccolo calo e chiunque può metterci in difficoltà. Dobbiamo mettere da parte la classifica e vivere alla giornata”.

Leggi anche

Scandone che beffa! Rimonta e controrimonta: vince Salerno 85-79

Avellino sciupa un vantaggio a pochi secondi dalla fine, regalando la vittoria alla Virtus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.