Visconti: Colpa di Seculin? Gli errori vanno analizzati dall’attacco alla difesa

di Redazione Sport Avellino

Ad analizzare la partita di Crotone di sabato è intervenuto in quel di Contatto Sport è l’ex portiere dell’Avellino Pasquale Visconti. Attualmente preparatore dei portieri e secondo allenatore del Melfi Calcio società che milita in LegaPro Seconda Divisione. Visconti ha preso le difese di Andrea Seculin analizzando dettagliatamente tutti e tre i gol subiti dalla retroguardia biancoverde.  Per quanto concerne il primo gol, per intenderci quello di Bernardeschi, l’ex estremo difensore spiega ” E’ stata una palla tagliata forte mentre un giocatore del Crotone ti fa velo davanti in concomitanza con un calciatore dell’Avellino non è facile per un portiere, se si nota nel replay del gol alla sinistra di Seculin è l’avversario che arriva da dietro da li può arrivare sia lo stesso portiere sia lo stesso Pisacane; quindi non va colpevolizzato soltanto il portiere”. Analizzando invece il secondo gol si evidenzia che l’Avellino quel momento era momentaneamente in dieci uomini visto che Peccarisi era fuori dal campo, l’analisi di Visconti e’  “quella la palla non deve passare, succede chiunque può fare degli errori, purtroppo sono cose che vanno ancora una volta analizzate ma non penso che si devono dare responsabilità ai calciatori o al portiere”. In conclusione il terzo gol è nato tutto da una punizione, in quel momento Seculin era completamente accecato da sole, ma qui ha influito un piccolo dettaglio. Dezi era due metri in fuorigioco nettissimo però li sono attimi sono questioni di centimetri.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy