SERIE C

Avellino, serve l’aiuto dal mercato. La nuova versione del Catanzaro, l’attesa per la risposta del Crotone

Il punto dopo la ventiduesima giornata

Due grigi pareggi nelle prime due gare del nuovo anno. Chi si aspettava una partenza a razzo dell’Avellino in questo inizio di 2023 è rimasto profondamente deluso. La svolta, invocata ed attesa dopo il brillante successo con il Pescara, non è arrivata. Nonostante il grande lavoro di Rastelli, la rosa attuale non riesce ad andare oltre i propri limiti. Urge un determinante aiuto dal mercato per poter sperare di invertire definitivamente la rotta e dare ancora un senso concreto alla stagione. Nell’attesa meglio andare oltre le amarezze e riempire il taccuino con i dati positivi che comunque emergono. Quello di ieri è l’ottavo risultato utile di fila, corredato da nuovo clean sheet (l’ottavo stagionale, il sesto nelle ultime otto gare) che spinge l’imbattibilità interna dei lupi a 472 minuti. Basi da integrare per costruire, sia per l’oggi che per il domani.

Ai tormenti dell’Avellino fanno da contraltare le gioie del Catanzaro. La capolista continua la sua marcia inarrestabile passando anche sul campo del Latina. Nuovo volto per i giallorossi, al terzo 1-0 consecutivo nelle ultime settimane. Dopo la versione schiacciasassi, ecco quella cinica e spietata. Si colpisce al momento giusto e poi si controlla grazie anche ad una difesa impenetrabile. La scalata verso la B continua a marce elevate, sulla strada è rimasto soltanto l’ostacolo Crotone. I rossoblù, rinforzati dagli ultimi colpi di mercato, saranno chiamati stasera a rispondere per non perdere la scia dei rivali. Per gli uomini di Lerda un solo obiettivo: battere il Pescara. Per mettere definitivamente in banca il secondo posto e continuare la corsa. Una corsa folle a cui l’Avellino purtroppo non si è mai iscritto.

Articoli correlati

Back to top button