US AVELLINO

Avellino-Bari 1-0, le pagelle: guizzo Fella, motore Carriero

Le pagelle dei calciatori biancoverdi

Avellino-Bari 1-0. Un guizzo di Fella a pochi minuti dalla fine decide l’attesissimo scontro diretto del Partenio-Lombardi. I lupi spingono i rivali a -7 e blindano il secondo posto, piazzamento preziosissimo in ottica playoff.

Forte 6: in ballottaggio con Pane fino a pochi minuti dall’inizio del match, riscatta le ultime deludenti prove con una prestazione di grande solidità. Attento e reattivo su una conclusione di De Risio dalla distanza, bravissimo in due tempi su Rolando nella ripresa.

Silvestri 6: bene in fase difensiva, il numero 28 prova a farsi vedere in più di una circostanza anche in proiezione offensiva con i consueti inserimenti sul secondo palo. Esce purtroppo in barella a metà ripresa: c’è da sperare che l’infortunio sia meno grave del previsto.

(dal 64’ Rocchi 6: sostituisce senza sbavature il compagno infortunato).

Dossena 7: preferito a Miceli per contrastare la fisicità di Cianci, l’ex Atalanta sfodera una buona prestazione difensiva e controlla senza grandi patemi il forte attacco biancorosso. Sfiora il gol con un bel tiro al volo al 48’. Peccato solo per il giallo che gli costerà la trasferta di Vibo.

Illanes 6: dopo qualche giro a vuoto il centrale argentino torna sui suoi standard di prestanza fisica e concentrazione. Ringhia in tackle su Antenucci con carattere e determinazione, strappando così la piena sufficienza.

Ciancio 6: rischia grosso al 22’, quando viene ammonito per un colpo rifilato a palla lontana a Marras. Dopo la diatriba riesce a risollevarsi, a tranquillizzarsi e ad offrire il solito contributo in entrambe le fasi.

Carriero 7: la sua grinta e il suo dinamismo sono indispensabili per la squadra biancoverde. Gioca la solita gara tutta sostanza, provando anche diverse volte la conclusione dal limite. Ammonito a metà primo tempo, salterà la gara contro la Vibonese.

Aloi 6,5: ha gamba e grinta per interpretare al meglio la gara e infatti riesce a metterla subito sui binari giusti. Fermato su una buona intuizione al 42’, disegna da corner l’assist vincente per la zampata di Fella.

(dal 89’ De Francesco sv: pochi minuti dopo la lunga indisponibilità per Covid).

D’Angelo 6: di nuovo titolare dopo lo stop forzato di Terni, non è ancora al meglio della forma ma si sacrifica con grande abnegazione per la squadra. Poco incisivo in fase offensiva e di inserimenti, il suo contributo è comunque prezioso per gli equilibri dell’undici di Braglia.

Tito 6: lucido e reattivo in entrambe le fasi di gioco, l’ex Vibonese strappa gli applausi dei presenti per una bella ripartenza tuta grinta e qualità. Sempre puntuale al cross, non trova l’assist vincente ma si conferma risorsa preziosa per il lupo. Ammonito nel finale, salterà anche lui la Vibonese.

Maniero 6: sente molto la sfida e Braglia lo pungola ulteriormente affidandogli la fascia da capitano. Si batte su tutto il fronte offensivo ma non riesce mai a trovare il guizzo. Spreca una buona occasione al 75’.

Bernardotto 6: il suo apporto in termini di generosità e sacrificio è sempre encomiabile. Spesso però si ostina a giocare a testa bassa, cosa che gli impedisce di giocare d’istinto e di trovare la giocata chiave nei momenti clou.

(dal 60’ Fella 7: entra con la giusta intraprendenza provando subito a mettere in difficoltà i difensori biancorossi. Trova la zampata sul corner di Aloi e regala ai lupi tre punti pesantissimi).

 

Articoli correlati

Back to top button