US AVELLINO

Avellino, Di Somma: “I ragazzi sono venuti a parlare con il Presidente, credo molto in questa squadra”

Il diesse biancoverde ha parlato in conferenza stampa

Durante la conferenza stampa del Presidente D’Agostino, anche il direttore sportivo dell’Avellino Salvatore Di Somma è intervenuto per chiarire delle situazioni riguardanti mister Braglia ed il mercato.

Sbrogliare la matassa? Noi siamo convinti di sbrogliarla. In tutte le situazioni abbiamo cercato di accontentare Braglia. Mi ha detto di voler giocare con il 433 e 343. Sono convinto di aver preso i giocatori giusti. Abbiamo allestito la squadra per giocare in un determinato modo. Purtroppo sono capitati gli infortuni e lui è stato costretto a giocare con il 352 e a giocare con giocatori fuori ruolo. C’è stata la richiesta in un secondo momento, dopo il ritiro. L’intenzione di giocare così già c’era. Siamo arrivati più tardi nel completare la squadra. C’è stata la telenovela Micovschi. Non c’erano gli esterni che io desideravo portare qua. Io volevo portare Chiricò, e qualche altro esterno ma non c’era la volontà di venire qua ad Avellino. Purtroppo l’allenatore non ha avuto mai la possibilità dii avere questi esterni a disposizione. Speriamo ora di aver recuperato Di Gaudio, Micovschi. Può capitare che se si fa male qualcuno e poi si è costretti a fare qualche altro tipo di calcio. Il mercato lo abbiamo fatto in sintonia. Qua non c’è nessuna responsabilità, i risultati non arrivano. La partita io mi sono vergognato seduto in panchina. Con il Campobasso la squadra si è espressa bene, a Castellammare meritavamo qualcosa in più. Con il Latina siamo rimasti in inferiorità numerica, ed anche in 10 meritavamo di vincere. Con il Catanzaro il mister sperava di prenderlo di rimessa e metterlo in difficoltà. Abbiamo avuto le occasioni per vincerla. Con il Monterosi abbiamo toppato. Contro una squadra modesta abbiamo fatto una pessima figura. Questa è una squadra forte, la scelta di Braglia è stata fatta da me. Credo tanto in questo gruppo. Non vedo il motivo per cui se viene esonerato l’allenatore deve essere mandato via anche il direttore sportivo. Lui sicuramente ha commesso qualche errore e lo sa. Vuole dare una svolta importante a questa squadra. Abbiamo condiviso questa decisione importante”.

Prosegue dicendo:Sono venuti ieri sera dei ragazzi a parlare con il presidente. Loro sono legati all’allenatore specialmente i più vecchi. L’anno scorso insieme si sta per fare una cavalcata vincente. Per il rapporto che hanno, sentivano che i responsabili erano loro. Ci hanno chiesto di tenere Braglia perché con lui possono fare qualcosa di importante. I giocatori non hanno deciso nulla”.

Su Plescia:Noi abbiamo fatto un operazione importante. Lui dall’inizio di campionato sta soffrendo per un infezione. Non ha avuto la possibilità di potersi esprimere al meglio. Io lo ritengo un attaccante importante. Abbiamo 4 attaccanti importanti, Maniero, Plescia, Messina e Gagliano.

Su Di Gaudio:Lui non ha mai sofferto di niente. A Castellammare non doveva giocare. All’ultimo momento si era fatto male Micovschi e quindi ha giocato lui. Non ha fatto un preparazione adeguata. Non bisogna dare colpe a nessuno. Quando non hai una base possono capitare questi infortuni. 

 

Articoli correlati

Back to top button