US AVELLINO

Avellino, Gautieri: “L’Avellino per noi deve essere la vita, dobbiamo fare più punti possibili”

Ecco cosa ha detto l'allenatore biancoverde in conferenza stampa

Vigilia della gara di campionato tra Picerno e Avellino. Il tecnico della formazione irpina Carmine Gautieri è intervenuto in conferenza stampa per presentare la sfida di domani pomeriggio contro la compagine lucana.

Dopo la sconfitta col Catania ci deve essere assolutamente una reazione di rabbia, di consapevolezza che dobbiamo fare risultato. Sappiamo benissimo che mancano poche partite e i punti sono importanti. La squadra ha lavorato bene e ha capito che comunque dobbiamo dare di più. Da domani dobbiamo fare la partita tosta su un campo difficile contro una squadra che gioca bene e che lotta perché li abbiamo visti. Ma ora ci dobbiamo concentrare su noi stessi e dobbiamo fare una gara tosta sotto tutti gli aspetti. Noi dobbiamo cercare di vincere per le partite per consolidare la miglior posizione possibile, però questo lo puoi ottenere attraverso le prestazioni. Se vedo i dati la mia squadra crea ma finalizza poco, questo lo dobbiamo migliorare e dobbiamo chiudere le gare. Dobbiamo essere convinti e decisi, le partite sono poche. Da quando sono arrivato sto cercando di lavorare sotto l’aspetto della mentalità e la stiamo cambiando. Oltre questo ci deve essere voglia e cuore, nessuno è fenomeno e tutti possono migliorare. Stiamo lavorando sotto l’aspetto tecnico, tattico e fisico. I play-off sono un campionato a parte, chi sta meglio vince. Bisogna lavorare noi stessi. Dobbiamo pensare di fare quanti più punti possibili e di vincere quante più partite possibili. Pretendo il massimo da ogni giocatore. Chi ha la fortuna di indossare la maglia dell’Avellino deve essere onorato perché non è da tutti e noi dobbiamo proteggere questa società, questa tifoseria e Avellino città. Io penso che se dovessi avere la fortuna e la bravura di vincere qui la mia carriera cambierebbe in un modo incredibile. Questa è una maglia che va protetta e una piazza importante. Non è da tutti allenare l’Avellino, noi dobbiamo dare il massimo. L’Avellino per noi deve essere la vita”.

Su Silvestri:Sabato abbiamo preparato delle situazioni difensivo con Luigi centro destra, a centro sinistra avevo Bove. Al mattino purtroppo Davide aveva la febbre e per necessità ho dovuto stravolgere la situazione e Silvestri era quello più adattabile in quella situazione”.

Su Murano:So che è un giocatore importante e so che ci deve dare di più, ma questo lo sa anche lui. Viene dal post covid e sappiamo benissimo che purtroppo non lo abbiamo passato solo noi. Ci vuole anche tempo uscirne, dopo dobbiamo aiutare i giocatori. Ha capito il momento di difficoltà e vuole dare una mano. 

Su Bove e Scognamiglio: “Li abbiamo recuperati e vi posso dire che mi ha molto piacere perché sono arrivati al campo che non erano in perfette condizioni fisiche. I due ragazzi li ho chiamati quando erano a casa e mi hanno detto che ci sarebbero stati. Qui ho capito gli uomini che ho e questo può fare la differenza”.

Su Di Gaudio:La scorsa settimana abbiamo provato il 4-3-3 con lui. Purtroppo ha avuto il covid, speriamo di recuperarlo perché è un giocatore che fa saltare gli equilibri”.

Su Matera: Lo abbiamo recuperato ieri, oggi vediamo e speriamo di portarlo con noi“.

Sull’alterco nato tra Micovschi e Dossena al termine della gara contro il Catania:Sono situazioni che succedono, succedono in tutti i posti. Io vedo il lato positivo, se c’è una discussione c’è appartenenza e si tiene a quello che si fa. È normale che non deve succedere. Io dico sempre che non si deve andare oltre.

Sul sistema di gioco:Noi domenica siamo partiti col 3-5-2 e abbiamo cercato di dare equilibrio“.

Articoli correlati

Back to top button