US AVELLINO

Avellino, Rastelli: “Dispiace non avere i tifosi, Giugliano squadra imprevedibile con giocatori di esperienza”

Le parole alla vigilia dell'allenatore biancoverde

Alla vigilia della sfida tra Avellino e Giugliano, il tecnico della compagine avellinese Massimo Rastelli ha presenziato nella consueta conferenza stampa inaugurale per introdurre il match contro i gialloblù.

Domani è una gara importante come le 4 precedenti. Domani ci troviamo di fronte a due insidie: la prima è quella di giocare a porte chiuse, è come essere tornati indietro di due anni e in rivivere le emozioni vissute col Catanzaro ci avrebbe dato una grossa mano. Io ho ben fisso nelle orecchie il boato nel momento in cui Gambale ha accorciato le distanze. Sappiamo benissimo quanto siano importanti i nostri tifosi. Dobbiamo essere bravi e concentrati, dobbiamo accettare le disposizioni. L’altra insidia è quella dell’avversario, affrontiamo un’ottima compagine che non dà grandi punti di riferimento. È una squadra imprevedibile con giocatori di esperienza e giovani interessanti. Non dobbiamo cadere nei tranelli, l’atteggiamento deve essere lo stesso visto in queste quattro gare, se caliamo di un po’ di attenzione possiamo andare incontro a brutte figure. Sono una neopromossa, hanno entusiasmo e non hanno nulla da perdere. Dobbiamo essere bravi a mettere in campo quello che abbiamo preparato in settimana. Questa gara è un’ulteriore prova della nostra crescita. Dobbiamo uscire dal campo a testa alta e senza alcun rammarico”. 

Su alcune possibili scelte: “Degli assenti dispiace non averli. Cerco di preparare le gare con gli uomini che ho a disposizione. Tanti ragazzi stanno crescendo in queste ultime settimane. I ballottaggi ci sono sempre in ogni gara e mi riservo fino all’ultimo di valutare qualche intuizione che percepisco durante la settimana lavorativa. Provo spesso varie soluzioni, abbiamo giocatori duttili. 

Sul campionato: “Ci sono tre squadre che hanno fatto il vuoto in classifica. Hanno dimostrato di avere dal punto di vista dell’esperienza qualcosa in più delle altre. Comunque la maggior parte delle squadre gioca a calcio e ci sono tanti ragazzi interessanti. C’è differenza con le prime tre, ma ci sono allenatori che fanno giocare bene le proprie squadre”.

Sui tifosi: “Ci è molto dispiaciuto. In ognuno di noi c’era la soddisfazione di giocare domani con lo stadio pieno. Sappiamo quanto siano importanti i nostri tifosi, ma dobbiamo far scattare un’ulteriore scintilla per dare loro una soddisfazione. Chi ha deciso ha fatto questo tipo di scelta, noi anche se non siamo d’accordo dobbiamo accettarlo”.

Su Rizzo: “Mi ha fatto vedere di avere delle ottime doti. Se ho la percezione che posso avere qualcosa in più da lui, gioca lui“.

Su Micovschi: “Mi piace tanto. Ha pagato tanto sotto l’aspetto emotivo del finale di stagione scorso. Ha caratteristiche fisiche e tecniche che mi piacciono. In allenamento ci sto lavorando molto. Credo che sia un giocatore ritrovato che ci può dare una grande mano“.

Su Di Gaudio e Kanoute: “Hanno avuto problematiche fisiche, quindi che il mister precedente non ha mai avuto. Di Gaudio si è fermato nuovamente, Kanoute ha fatto molto bene col Catanzaro ed anche a Foggia. Sono giocatori che devono ritrovare la condizione. Kanoute sta lavorando con continuità. Antonio lo aspetto a breve. Loro possono accusare l’aspetto della responsabilità“.

Articoli correlati

Back to top button