US AVELLINO

La sconfitta di tutti. Ora parola soltanto al rettangolo verde

L'analisi sul momento dei lupi

Dopo ore surreali in casa Avellino si riparte, provando ad aprire il file giusto in ottica Virtus Francavilla. Nelle ultime 48 ore si è assistito ad un vero e proprio teatrino in cui hanno perso tutti: società, dirigenza, allenatore, giocatori. Da Viterbo in poi ogni componente ha perso di credibilità agli occhi dei tifosi, giustamente inviperiti dopo uno scempio simile, con uno scarico di responsabilità smisurato. L’allenatore ha scaricato le colpe sulla squadra, poi a sua volta è stato scaricato da dirigenza e società. Quando tutto sembrava perduto, rapido capovolgimento di fronte. Si va avanti tutti insieme, ma con quali convinzioni e quali prospettive? La prima risposta, probabilmente l’unica se le cose dovessero precipitare ancor di più, è attesa dalla sfida di sabato con la sorprendente formazione pugliese. Dopo che ognuno ha detto la sua sulla paradossale situazione del glorioso lupo biancoverde, ora la parola spetta solo al campo. Solo il rettangolo verde del Partenio-Lombardi ci dirà la verità. Il gruppo ha salvato l’allenatore, dimostrando solidarietà e vicinanza al proprio condottiero. Se non è una soluzione di comodo, come dubitato da molti, è arrivato il momento di trasformare le chiacchiere in fatti. Sperando magari che dalle ceneri possa rinascere qualcosa di molto importante.

Articoli correlati

Back to top button