L’aneddoto di Chiorri: “Ad Avellino spegnevano la luce e ti menavano”

L’aneddoto di Chiorri: “Ad Avellino spegnevano la luce e ti menavano”

L’ex calciatore ricorda il calcio anni ’80. Con un aneddoto sulle trasferte in Irpinia

di Domenico Abbondandolo, @domenicoabb

AMARCORD – In una bella intervista al Corriere dello Sport, l’ex centrocampista della Sampdoria Alviero Chiorri – famoso per il suo talento e il suo carattere anarchico – ha ricordato i momenti più intensi della sua carriera, svelando un aneddoto anche sulle sue trasferte ad Avellino. Parlando del calcio anni ’80, della sua atmosfera e delle sue particolarità, Chiorri ha svelato ciò che puntualmente capitava nelle sue visite al Partenio: “M’hanno gonfiato come una zampogna. Entrate da dietro, gomitate, botte, minacce. Ad Avellino, quello di Sibilia nel sottopassaggio spegnevano la luce e ti menavano proprio”. Nulla di nuovo per chi ha avuto modo di vivere gli anni della Serie A e di respirare il clima della “Legge del Partenio”. Di sicuro si tratta però di un amarcord curioso e soprattutto utile a rispolverare un calcio lontano, diverso, ma al tempo stesso magico e puro.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy