US AVELLINO

Maniero riprende Kresic. Allo stadio “Euganeo” finisce uno a uno

La cronaca del match dell’Euganeo

Si gioca il primo atto della semifinale che vale la B allo stadio Euganeo di Padova. I lupi di Braglia, rimaneggiati partono con una punta. Solo Maniero schierato nel reparto avanzato.

Al 9′, la prima conclusione è del Padova con Chiricò che trova le mani di Pane.

Al 13esimo giallo a Laezza.

Due minuti dopo è Della Latta di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo a provarci. Palla alta.

Al 20′, contrasto ai limiti tra Maniero e Rossettini. Il direttore di gara ammonisce l’attaccante irpino.

Al 26′, Halfredsson da fermo spara il sinistro che si segna alto sopra la traversa.

Primo giallo anche nel Padova. Sul taccuino di Cosso di Reggio Calabria.

Al 29′, Tito su punizione pesca Maniero che stacca. Palla alta.

Al 34′, Ronaldo calcia con lo specchio della porta a disposizione. Palla a lato di poco alla destra di Pane.

Ancora Ronaldo scatenato. Destro a giro che termina in angolo dopo una deviazione di Dossena.

Dalla bandierina l’ex di turno Kresic porta in vantaggio i biancoscudati.

Al 37′, Padova in vantaggio.

Avellino in bambola, Chiricò dopo un minuto con il mancino trova la parata a terra di Pane.

Al 43′, Tito scodella al centro un bel pallone ma nessuno ci arriva dopo un’uscita non impeccabile di Dini.

Giallo a Carriero. Al 45′, ammonito anche  l’ex Monopoli.

Dopo un solo minuto di recupero, il signor Cosso manda tutti negli spogliatoi. Padova uno, Avellino zero.

Subito Fella per Laezza nella ripresa per l’Avellino.

Al 47′, rigore per l’Avellino. Maniero viene steso da Della Latta che allarga il gomito. Cossi decreta la massima punizione.

Nelle protesta Kresic e Ciancio vengono ammoniti per scaramucce.

Dal dischetto l’attaccante irpino calcia ma Dini respinge la conclusione del bomber partenopeo, sua respinta Maniero di testa si avventa e pareggia la contesa.

Al 58′, Carriero scalda i guantoni di Dino che si rifugia in angolo.

Al 59′, Jelenic per Ronaldo e Biasci per Paponi. Doppio cambio per Mandorlini.

Al 63′, il Padova reclama il calcio di rigore. Tito contrasta regolarmente Chiricò secondo Cosso.

Al 65′, Curcio esalta Pane che si rifugia in angolo.

Al 67′, si rivede Luigi Silvestri che rileva uno spento Tito.

Tre minuti dopo esce Chiricò, stanchissimo l’ex Lecce. Dentro Bifulco.

Anche Halfredsson ammonito.

Al 72′, esce Maniero, dentro Santaniello.

Al 78′, D’Angelo calcia a lato da buona posizione.

Giallo anche a Saber. Fioccano i gialli.

All’83’, Firenze rileva Halfredsson.

All’88’, Marco Silvestri prende il posto di De Francesco.

Al 90′, giallo anche a Pane.

Al 93′, doppia chance per il Padova. Angolo di Jelenic, stacca Kresic, colpo di reni Pane che si rifugia in angolo. Sul corner susseguente, altra chance per il Padova. Sottomisura Curcio con il piatto non trova la porta clamorosamente.

Dopo cinque minuti di recupero, Cossu fischia la fine delle ostilità. Allo stadio “Euganeo” finisce uno a uno.

Articoli correlati

Back to top button