US AVELLINO

Virtus Francavilla-Avellino 1-0, le pagelle: Carriero ci prova. Matera, che follia!

Le pagelle dei biancoverdi

Occasione sprecata. L’Avellino cade a Francavilla (1-0) e viene così scalzato in classifica dal Catanzaro e dagli stessi pugliesi. Prestazione incolore dei lupi, mai davvero pericolosi. Di seguito le pagelle dei biancoverdi:

Pane 6: confermato ancora una volta titolare, l’estremo difensore biancoverde denota la solita padronanza dei pali. Reattivo sulla conclusione ravvicinata di Patierno, non può nulla sul veloce tap-in di Mastropietro.

Silvestri 5,5: fa quello che può in un pomeriggio in cui la pressione sul reparto difensivo dei lupi è piuttosto notevole. Ammonito per proteste in seguito al rosso a Matera.

Scognamiglio 5: schierato stavolta da perno centrale, ancora una volta non riesce a giustificare l’investimento fatto dalla dirigenza per portarlo in Irpinia. Sul gol dei pugliesi è lui a farsi saltare con troppa facilità da Patierno.

(dal 71’ Rizzo 5: poca dinamo sulla fascia, tanti palloni sprecati malamente).

Bove 5: ammonito dopo appena 4’, poco reattivo sul tap-in vincente di Mastropietro, che insacca proprio approfittando di una mezza indecisione dell’ex Novara.

Ciancio 5,5: trova una bella conclusione al volo dopo meno di 1’, impensierendo subito la squadra di casa. Poi si dedica al solito compito di unione tra le due fasi, senza però riuscire a vincere il confronto diretto con gli esterni biancazzurri.

Carriero 6: è il più pimpante dei lupi, anche in virtù della doppia conclusione indirizzata verso la porta avversaria (2’, 47’). Sta ritrovando lo spirito e lo smalto dei giorni migliori, c’è da sperare che possa completare il processo in fretta.

(dal 60’ Matera 4,5: meno ordine e lucidità rispetto al solito. Carenza denotata soprattutto in occasione del rosso, quando perde la testa e interviene a gamba tesa su Franco).

Aloi 5,5: reduce da un paio di buone prestazioni consecutive, stavolta il capitano biancoverde soffre la fisicità degli avversari e fa fatica ad imporre il suo ritmo. Ammonito al 12’.

(dal 60’ De Francesco 5,5: Braglia gli chiede ritmo e idee, ma rimane deluso).

Kragl 5,5: esordio dal 1’ per l’esterno tedesco. Dopo un discreto tentativo su calcio piazzato, la sua partita non spicca il volo. Ancora poco lucido in termini di condizione, fatica a tenere il ritmo sulla fascia.

(dal 56’ Tito 5,5: due buoni palloni per i compagni, ma senza lasciare un segno tangibile sul match).

Micovschi 5,5: qualche sgroppata sulla fascia, qualche timido tentativo verso la porta, ma senza precisione e con un tasso bassissimo di pericolosità.

Murano 5,5: recuperato in extremis, stringe i denti per non lasciare in emergenza la squadra. Il suo apporto alla causa è però minimo, senza il giusto peso nei pressi della porta avversaria.

(dal 56’ Plescia 5: contributo nullo da parte del centravanti).

Kanoute 6: la tendenza al dribbling, a saltare l’uomo, c’è sempre, ma stavolta gli spazi e i margini di riuscita sono bassi. Nella ripresa è l’unico che ci prova con due conclusioni pericolose. Non concretizza, ma è comunque tra i più vivi.

Articoli correlati

Back to top button