Calcioscommesse – Castaldo e Biancolino in Procura Federale. “Noi estranei ai fatti contestati”

Calcioscommesse – Castaldo e Biancolino in Procura Federale. “Noi estranei ai fatti contestati”

Entrambi sono stati ascoltati ieri dai procuratori federali. Si sono considerati estranei ai fatti imputati dopo le dichiarazioni del pentito

Accompagnati dai rispettivi legati, Castaldo e Biancolino sono stati ascoltati ieri dai procuratori federali dopo le dichiarazioni spontanee rese dal pentito Accurso. I due calciatori hanno risposto alle domande degli 007 federali dichiarando la loro completa e totale estraneità ai fatti. E’ durato poco meno di un’ora l’interrogatorio di Gigi Castaldo che ha poi fatto immediatamente ritorno nel ritiro di Sturno nel tardo pomeriggio. E’ stato ascoltato anche Maurizio Peccarisi che ha organizzato la difesa con un dvd di quella partita Modena-Avellino spiegando ai giudici che non c’entrava assolutamente nulla con il gol subìto e con la combine che il pentito gli attribuiva. Nei giorni scorsi è stato ascoltato anche Ciccio Millesi. E la prossima settimana sarà la volta anche di Seculin, Pisacane e Rastelli. L’inchiesta federale continua. Non è da escludere una chiusura a breve con la richiesta dei deferimenti da parte di Palazzi prima della fine di agosto. L’Avellino, purtroppo, rischia penalizzazioni per responsabilità oggettive. Ma la società, del tutto e completamente estranea ai fatti imputati, è già pronta a dichiarare guerra in caso di ingiusta penalizzazione.

TUTTI I FATTI ESTRATTI DAI VERBALI

L’ACCUSA DI ACCURSO A CASTALDO

DAI VERBALI

LA POSIZIONE DI MILLESI

CHIACCHIO: “CASTALDO E’INNOCENTE”

L’AMAREZZA DI CASTALDO SUI SOCIAL

LA STORIA

GLI SMS INCRIMINATI

TUTTO E’ PARTITO DA QUI

IL MODUS OPEANDI DI MILLESI SECONDO I PM

LO SFOGO DI PISACANE NELLE INTERCETTAZIONI

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy