“Io, le Olimpiadi e Bolt. Spero che altri irpini possano partecipare ai Giochi”

Così il pugile di Contrada nella nostra diretta Instagram

di Domenico Abbondandolo, @domenicoabb

La diretta Instagram di questo pomeriggio è stata l’occasione per ripercorrere tutta la carriera di Carmine Tommasone, che ci ha raccontato come sia nata la sua passione per la boxe: “La mia passione per il pugilato è nata quando avevo 10 anni. I miei genitori avevano un bar e non volevano che restassi tutto il giorno lì con loro, per cui decisero di mandarmi in palestra. Da lì non ne sono più uscito. Ormai sono più di 25 anni, ad ottobre saranno 26, e li ricordo tutti benissimo”. Subito dopo, Mr. Wolf si è soffermato sul momento più esaltante della sua carriera, le Olimpiadi di Rio 2016, svelandoci alcuni aneddoti ed esprimendo un augurio per tutta l’Irpinia: “Penso che per un atleta partecipare alle Olimpiadi sia la cosa più bella. Vivere il Villaggio Olimpico, relazionarti con gli atleti migliori al mondo, è qualcosa di fantastico. Ho visto le sorelle Williams, Nadal e il più ambito di tutti, Usain Bolt. Mi sono confrontato anche con vari atleti italiani come Fognini, Seppi, Magnini e la Pellegrini. Ho avuto modo anche di parlare con Matteo Renzi, allora Premier, come se fosse una persona comune. Quando ti guardi intorno e vedi che fai parte degli atleti migliori al mondo, beh, non c’è emozione più bella. Sono stato l’unico atleta irpino a partecipare alle Olimpiadi e questa per me è una doppia soddisfazione. Ne vado fiero e spero che presto ci saranno altri atleti irpini a partecipare ai Giochi. L’Irpinia ha tanti talenti ed è una terra che deve crescere anche dal punto di vista sportivo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy