BASKETMERCATONEWSSERIE MINORI BASKET

Del Fes, parla il lungo Venga: “Con Benedetto abbiamo cambiato volto. Futuro? Si sa ancora poco”

Le parole del lungo della Del Fes Avellino

La Del Fes Avellino ha centrato l’obiettivo salvezza e tra i protagonisti del finale di stagione c’è sicuramente Marco Venga. Il giovane lungo irpino ha faticato a trovare spazio ad inizio stagione ma, complici anche le numerose assenze, ha acquistato sempre più minutaggio, dando un contributo fondamentale sotto le plance. Queste le sue parole per SportAvellino:

È stata una stagione molto complicata, ci si può ritenere soddisfatti di come è finita?

“Abbiamo concluso con il risultato prefissato, la salvezza. Potevamo sicuramente puntare a qualcosa in più ma siamo stati anche molto sfortunati, tanti infortuni, Covid… Nel finale le nostre rotazioni erano molto corte e per questo possiamo ritenerci soddisfatti dell’obiettivo centrato”

Quanto è stato importante l’arrivo di Giovanni Benedetto?

Con l’arrivo di coach Benedetto la squadra ha cambiato volto. I risultati non sono arrivati subito ma in noi rimane una grande soddisfazione per il lavoro svolto e i miglioramenti raggiunti durante l’anno.”

Qual è stato il punto di svolta della stagione?

Quando abbiamo trovato la nostra dimensione di gioco soprattutto dal punto di vista difensivo. Subire pochi punti dagli avversari ci ha aiutato ad affermarci come una delle migliori difese del campionato e tante delle vittorie sono partite proprio dalla gestione della nostra metà campo.”

Com’è stato il rapporto con il coach? Con il passare della stagione hai acquistato sempre più minutaggio.

Sotto la sua guida sono cresciuto tanto e ci tengo a ringraziarlo. Sono riuscito a trovare la mia dimensione e capire il mio ruolo all’interno della squadra. Con il passare delle partite e l’aumentare dei minuti le responsabilità aumentavano e devo ringraziare sia l’allenatore che la squadra per avermi sempre sostenuto.”

Prospettive per il futuro?

Non ho ancora parlato del futuro con la società. Rimanere? Ancora non so, si sa troppo poco.”

Articoli correlati

Back to top button