BASKETSCANDONE

Lodo Rich, a salvare la Scandone ci pensa la Cosmopol

Il debito verso l'ex guardia biancoverde dovrebbe essere saldato dall'azienda di Matarazzo

Nelle scorse settimane la Scandone Avellino si è vista nuovamente bloccare il mercato a causa del mancato pagamento delle pendenze economiche contrattuali – circa 40mila euro- nei confronti di Jason Rich (che era ricorso al BAT) e dei suoi procuratori. Una situazione col cestista della Florida che, stando ai rumors, sarebbe stata sbloccata grazie all’intervento dell’azienda Cosmopol (già sponsor dell’Avellino Calcio e del Basket Club Irpinia) su mediazione del primo cittadino del capoluogo Gianluca Festa, in prima linea dall’estate 2019 nell’azione di ripartenza del progetto Scandone dalla serie B. E non è escluso che la dirigenza del sodalizio cestistico possa operare altri interventi in entrata nel provare a salvare una stagione che ha preso una brutta piega con le ultime cinque sconfitte consecutive. La Scandone si salva in “allo scadere dei ventiquattro secondi” ancora una volta.

Articoli correlati

Back to top button