CALCIO A 5SANDRO ABATE AVELLINO

Sandro Abate: Alex show, poker dello spagnolo. Petrarca annichilito

Il racconto della sfida andata di scena al Pala Del Mauro

Si apre nel migliore dei modi il girone di ritorno della Sandro Abate. Gli irpini infilano la quarta vittoria consecutiva (quinto risultato utile di fila) battendo il Petrarca con il punteggio finale di 6-2. Prova sontuosa dei ragazzi di mister Basile che hanno piegato il Petrarca grazie ad uno strepitoso Alex che ha messo a referto un poker.

Primo Tempo

Parte all’arrembaggio la formazione di casa: dopo appena 45 secondi da azione da rimessa Avellino serve Alex che di prima intenzione trafigge Fiuza. Gli ospiti rispondono al quarto minuto con il tentativo dell’ex Kakà che viene però respinto da Parisi. In una transizione offensiva, è ancora Alex che riesce a presentarsi solo davanti al portiere veneto con quest’ultimo, però, che riesce a non farsi beffare dal tentativo di pallonetto provato dallo spagnolo. La Sandro Abate accarezza il raddoppio poco più tardi con il nuovo arrivato Angellot che è bravo nel raccogliere il rilancio lungo di Parisi, meno invece nel inquadrare lo specchio sotto misura. Match vivace con ambo le compagini che non si stanno risparmiando in termini di intensità. Gli avellinesi spingono ma un miracolo di Molaro sulla linea smorza l’entusiasmo di Nicolodi. Gli irpini continuano a spingere con veemenza ma Fiuza con una serie di interventi provvidenziali riesce a tenere in partita i suoi. Lo stesso portiere dei bianconeri non può nulla sulla stessa ed identica azione che ha portato al vantaggio i verdeblù: rimessa di Avellino e questa volta Alex in sforbiciata batte Fiuza. Eurogol quello siglato dallo spagnolo in maglia 11. I padovani, nel finale di prima frazione, cercano di riaprire la gara ma la Sandro Abate si difende con ordine e non concede spazi utili per arrivare al tiro. I primi 20 minuti vanno in archivio con Avellino avanti di 2 lunghezze.

Secondo Tempo

Alla ripresa delle ostilità la Sandro Abate ci impiega poco più di venti secondi per fare il terzo. Ancora da una rimessa laterale Alex raccoglie l’assist di Ugherani e mette a referto la tripletta. Il Petrarca si presenta davanti a Parisi ancora con Kakà: l’ex di turno non riesce però a riaprirla. Si rivelano fatali le rimesse quest’oggi per Padova. Ancora da un’azione nata da una palla da fermo Alex trova l’angolo giusto per firmare il poker personale. I padovani, accusato il duro colpo, prova a reagire senza riuscire ad imbastire una trama di gioco efficace a causa dell’alta intensità degli avellinesi. Dopo 8 minuti mister Giampaolo si gioca la carta Molaro come portiere di movimento. La mossa tattica ripaga quasi immediatamente perché, sotto porta, Kakà spinge la palla in fondo ala rete. I veneti cercano di alzare i giri del motore restando stabilmente con il quinto di movimento sul parquet. Al 15′ la traversa ferma Foglia. Un minuto più tardi Alex restituisce il favore al compagno di squadra consegnando ad Ugherani una palla da spingere in fondo al sacco. Il Petrarca non molla e Molaro, dopo pochi secondi, tiene vive le ultime speranze di rimonta. L’assalto finale degli ospiti però non sortisce sperati ed Ugherani a pochi secondi dall’epilogo la chiude definitivamente.

Sandro Abate – Petrarca 6-2 (2-0 p.t.)

Sandro Abate: Parisi, Avellino, Abate, Ugherani, Alex, Vitiello, Berthod, Zoppo, Petrillo, Botta, Angellot, Nicolodi. All. Piero Basile

Petrarca: Fiuza, Molaro, F. Mello, Guga, Foglia, Bastini, Pegoraro, Mazzuccato, Collatuzzo, Kakà, Benlamrabet, Oitomeia. All. Luca Giampaolo

Marcatori: 00:45′ p.t. Alex (SA), 16:30′ p.t. Alex (SA), 00:20′ s.t. Alex (SA), 03:30′ s.t. Alex (SA), 11:00′ s.t. Kakà (PE), 16:00′ s.t. Ugherani (SA), 17:00′ s.t. Molaro (PE), 19:50′ s.t. Ugherani (SA)

Ammoniti: Guga (PE)

Arbitri: Francesco Sgueglia (Finale Emilia), Stefano Mestieri (Finale Emilia) Crono: Emilio Romano (Nola)

Articoli correlati

Back to top button