Paganese-Avellino, l’ultima volta al “Torre” è andata così

Ecco come è finito il precedente della scorsa stagione

di Filippo Abbondandolo, @filippoabb

Paganese e Avellino torneranno a sfidarsi allo stadio “Marcello Torre” di Pagani a poco più di un anno di distanza dall’ultimo precedente. Era infatti il 13 ottobre del 2019 quando l’Avellino fece visita per l’ultima volta ai “cugini”. La formazione di Erra arrivava lanciatissima alla sfida, reduce da 3 successi nelle ultime 4 gare e con un pesantissimo settimo posto in classifica. L’Avellino di Ignoffo invece era in crisi. Il grande avvio di stagione era ormai alle spalle ed i lupi avevano raccolto solo 1 punto, maturato dallo 0-0 interno contro il Rende, in 4 partite. Con un’astinenza offensiva (più di 400 minuti senza gol) che non lasciava presagire nulla di buono.

Ci si attendeva una reazione da parte della formazione biancoverde e la reazione arrivò puntuale. I lupi approcciarono bene la gara e trovarono la rete del vantaggio al minuto numero 15 grazie al solito Charpentier, abile ad incunearsi nella difesa avversaria e a battere Baiocco. Il gol diede ulteriore fiducia ad Albadoro e compagni, incapaci però di chiudere la gara anche per i buoni interventi dell’estremo difensore della Paganese. Nella ripresa la gara cambiò volto e salì in cattedra il talento di Scarpa che impattò il match al minuto 54. Da lì in poi furono decisivi anche i cambi che fecero pendere ancor di più la bilancia dalla parte dei padroni di casa. Il forcing si concretizzò nelle fasi finali del match quando prima l’imprendibile Perri (Mvp assoluto della sfida) all’87’ e poi Caetano al 93’ confezionarono il 3-1 finale. Un risultato pesante che sancì anche la fine dell’avventura di mister Ignoffo sulla panchina biancoverde. Poche ore dopo, infatti, arrivò il suo esonero e fu annunciato l’arrivo in Irpinia di Ezio Capuano.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy