Senza dignità: quando andate via da questa città?

Senza dignità: quando andate via da questa città?

Senza società, senza allenatore e senza squadra: il futuro è preoccupante

di Redazione Sport Avellino

Giovannino da Palermo, forse, anzi sicuro, non si dimetterà. Vuoi mettere una squadra senza società e proprio lui deve dimettersi? Non succederà. E la società? Non c’è. Quindi chi prenderà la decisione di esonerarlo? Di Somma? Mauriello? E con che poteri e con quali soldi se De Cesare non si vede dai tempi della presentazione  della squadra dopo l’acquisizione del titolo?
L’Avellino non c’è. Non batte un colpo che sia uno. E Ignoffo sulla panchina ha dimostrato di non essere pronto per allenare over. È bastato un cambio modulo in corsa alla Paganese per mandarlo in tilt. Meglio tornare ad allenare ragazzini e fare esperienza. È un consiglio che diamo a Giovanni da Palermo. Per le squadre “over” non è pronto. Se ci aggiungi che sta allenando una squadra monca ed incompleta la frittata è fatta. Ma anche Di Somma adesso deve fare un passo indietro. Si è preso una responsabilità. Decida cosa vuole fare: o batte i pugni e alza la testa oppure vada via anche lui. Perché non si può continuare così in eterno. Qualcuno dovrà dirci prima o poi di che morte l’Avellino di De Cesare deve morire. Perché dopo il basket, al di là di quello che dice il sindaco Festa, non si può far morire di nuovo il calcio. E Di Somma che di questa società ne è il volto, dica come stanno le cose. Anche andare via e motivare l’addio può servire. Complici già ce ne sono stati abbastanza.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy