INTERVISTE

Avellino, Ricciardi: “Impossibile rifiutare Avellino, impegno ed attaccamento non mancheranno”

Le parole del nuovo giocatore della formazione irpina

Il nuovo calciatore dell’Avellino Manuel Ricciardi, ospite dei microfoni di Prima Tivvù, ha spiegato la trattativa che lo ha portato all’ombra del Partenio, proseguendo poi toccando altre tematiche inerenti il mondo biancoverde.

Appena arrivata questa estate l’offerta dell’Avellino era impossibile rifiutare una piazza importante come questa. Difficilmente ti capita due volte questa occasione, appena c’è stata questa offerta è stata una decisione unanime con il mio procuratore di venire qua, non ci abbiamo pensato. Non ho sentito nessuno, mi è bastato sentire Avellino e ho detto subito si. C’è sempre stato interesse da parte del direttore De Vito, io sono contento di queste attenzioni. Onorare la maglia è la prima cosa”. 

Commenta le sue caratteristiche tecniche:Sono un esterno di centrocampo, ma nasco terzino. Mi piace attaccare, sono più per la fase offensiva. All’occorrenza posso fare anche il braccetto di destra. Posso giocare anche a sinistra, come ho fatto a Legnago. Sono a disposizione del mister, dove serve vado”.

Sull’allenatore Roberto Taurino:Al mister piace giocare la palla, ma vuole che appena persa subito l’aggressione deve essere feroce. Con il mister, prima del mio arrivo, ci eravamo sentiti per sapere se mi ero tenuto in forma. Ci troviamo bene con le sue indicazioni“.

Sul ritiro:Ci stanno portando a ritmi altissimi per essere pronti il prima possibile”. 

Sul gruppo:Siamo molto compatti, ci stiamo trovando bene insieme. Lavoriamo con testa bassa, vogliamo fare bene e soprattutto non vogliamo deludere i nostri tifosi. Dei compagni conosco solo Mignanelli, io ero in primavera dell’Ascoli e lui in prima squadra. Mi trovo bene con tutti, con Rizzo siamo vicini di spogliatoio. Con lui sarà una concorrenza leale e soprattutto ci spronerà a fare sempre meglio. Nello spogliatoio i leader sono i ragazzi che stanno da più tempo come Pane e Di Gaudio, li ascoltiamo quando ci danno indicazioni”.

Sull’arrivo di Dall’Oglio:Si è presentato a tutto il gruppo, sembra un bravissimo ragazzo. Da domani lo vedremo all’opera in campo, ma per ora solo ottime impressioni“.

Sui test di domani:Ci prepariamo al meglio e accogliamo queste amichevoli per mettere in pratica tutte le lezioni che ci ha dato il mister. Tutti faremo un’ora per mettere benzina nelle gambe“.

Si pone degli obiettivi non solo personali ma anche di squadra:L’obiettivo è fare bene e dare il massimo in ogni partita. Noi ce la metteremo tutta, l’impegno e l’attaccamento non mancherà mai”.

Sui supporter di fede biancoverde:I tifosi sono splendidi, non vedevo l’ora di vederli. Li aspettiamo in ogni partita in casa e in trasferta. Noi daremo tutto in campo per fare l’impossibile. È la prima volta che vedo tutto questo calore per la squadra, mi hanno fatto una bella impressione e ci hanno caricato tanto“.

Parla del suo percorso sportivo:Ho iniziato da piccolo, a 5 anni, al Delle Vittorie, una squadra dilettantistica del mio quartiere. Poi piano piano ho cambiato diverse squadre, sempre restando nel dilettantismo. Poi dal Sanza sono passato all’Ascoli. Poi ho fatto tre anni di prestiti in Serie C, il primo al Fano e gli altri due al Legnago”.

Articoli correlati

Back to top button