BASKETNEWSSERIE MINORI BASKET

Avellino, sprint salvezza! La Del Fes batte di sofferenza Pozzuoli 71-74

Avellino vince uno scontro diretto fondamentale e vede la salvezza

Avellino riprende il suo ruolino di marcia e sconfigge Pozzuoli nello scontro diretto salvezza. La Del Fes è avanti per quasi tutto il match, toccando i 16 punti di vantaggio del corso del terzo quarto. Un blackout nel quarto quarto ha permesso ai puteolani di rientrare, fino al finale punto a punto. Si distingue in positivo Carenza, fondamentale negli ultimi minuti nel mettere la tripla e i liberi decisivi per vincere la partita. Pozzuoli deve ora sperare in una sconfitta della Del Fes nell’ultima giornata contro Ruvo di Puglia e in più deve vincere contro Bisceglie, in lotta per il secondo posto proprio contro Ruvo. Il destino è quindi nelle mani degli irpini, che domenica alle 18 al PalaDelMauro potranno staccare il ticket per la prossima stagione. Di seguito cronaca e tabellino del match.

Primo tempo

Dopo lo stop contro Torrenova torna in quintetto Basile, insieme ai soliti Caridà, Marra, Carenza e D’Andrea. Quest’ultimo apre la partita con un canestro in area, a cui segue una tripla di Caridà per il 5-0 iniziale in favore degli ospiti. I puteolani rispondono piazzando un break di 6-0 che li porta avanti, ma gli irpini rispondono a loro volta con un controparziale frutto delle triple di Carenza e Basile (7-13 al 5′). Gli attacchi vincono sulle difese ed entrambe le squadre trovano con continuità il canestro, soprattutto da fuori. Un paio di disattenzioni della Del Fes permettono di riavvicinarsi a Pozzuoli, che si porta a -1 con una schiacciata in contropiede di Thiam. Un libero di Caridà conclude il primo quarto sul punteggio di 22-24 in favore di Avellino.

La seconda frazione inizia nello stesso modo della prima, con un canestro di D’Andrea, a cui risponde prontamente Murabito dalla lunga. Lo stesso Murabito prima impatta la partita con un 2+1 e poi rimette avanti i puteolani con un’altra tripla (31-28 al 13′). Segue un momento di grande confusione in cui nessuna delle due squadre riesce più a trovare la via del canestro. Dopo vari minuti, Mehmedoviq rompe lo stallo e appoggia il +5 Pozzuoli che costringe Benedetto a chiamare timeout. Caridà e Basile sbloccano i lupi mentre Carenza firma il controsorpasso con un 2/2 ai liberi (33-34 al 18′). Avellino continua ad attaccare e con un canestro in post di Basile si porta a due possessi di vantaggio, il primo tempo termina con il punteggio di 34-38.

Secondo tempo

I primi punti del terzo quarto sono degli irpini, con una tripla di Caridà e un jumper di Carenza, mentre Pozzuoli va a segno con una penetrazione di Longobardi (36-43 al 21′). I ritmi tornano ad abbassarsi e il tabellino di entrambe le squadre non si aggiorna per vari minuti se non con un canestro di Basile e uno di Thiam. Gli irpini riescono a gestire il vantaggio ma devono fare i conti con Caridà già a quota 4 falli a metà terzo quarto. Pozzuoli continua ad avere grandi problemi offensivi e Avellino sfrutta quindi i liberi per allungare oltre la doppia cifra di vantaggio (38-50 al 26′). I puteolani sono completamente in bambola ma la Del Fes non riesce a infierire il colpo di grazia. Gallo segna da 3 allo scadere e permette ai padroni di casa di rimanere in partita, la penultima frazione si conclude con il punteggio di 45 a 56.

Pozzuoli comincia a trovare nuovamente fiducia ed accorcia le distanze con un parziale di 10-2 firmato da Mehmedoviq, Longobardi e due triple di Potì (55-58 al 31′). Aumenta l’intensità del match: Hassan buca la retina da dietro l’arco ma viene immediatamente risposto da Gallo, a cui segue la controrisposta di Basile. Hassan va a segno e cerca di dare ossigeno ai suoi, ma c’è ancora Gallo che dalla lunga riporta sotto Pozzuoli (63-66 al 35′). Gaye completa la rimonta puteolana, prima con una tripla dall’angolo e poi con un libero che vale addirittura il vantaggio (67-66 al 34′). Caridà commette il suo ultimo fallo su un altro tentativo da 3 di Gaye, che però grazia gli irpini con un 1/3. Avellino riprende fiducia e trova il controsorpasso con i suoi lunghi: D’Andrea appoggia in contropiede mentre Carenza non sbaglia da dietro l’arco (68-71 al 39′). Pozzuoli rimette con 28 secondi ancora sul cronometro ma il tentativo da 3 di Longobardi danza sul ferro ed esce. Hassan viene mandato ai liberi e fa 1/2, ma Gallo segna ancora da 3 e lascia uno spiraglio di luce ai puteloani. Carenza va ai liberi e non sbaglia mentre l’ultimo tentativo da centro campo di Pozzuoli tocca solo il tabellone, consegnando la vittoria nelle mani di Avellino (71-74).

Bava Pozzuoli: Mehmedoviq 7, Gaye 7, Potì 14, Longobardi 5, Gallo 19, Sequani NE, Murabito 12, Caresta, Cagnacci, Thiam 7  allenatore Spinelli

Del Fes Avellino: Basile 17, Carenza 18, Hassan 9, Marra, D’Andrea 13, Crispino NE, Agbogan NE, Spagnuolo NE, Caridà 11, Venga 4, Cepic 2  allenatore Benedetto

 

 

Articoli correlati

Back to top button