Basta sotterfugi con la Scandone: De Cesare, adesso comportati da vero uomo

Basta sotterfugi con la Scandone: De Cesare, adesso comportati da vero uomo

Iscritti ai campionati giovanili tre squadre, la volontà è giocare in serie B con solo giovani del vivaio

di Davide Baselice, @davidebaselice

Passano i giorni e davvero non se ne può più di questa perenne presa in giro. A diciotto giorni dall’esordio nel campionato di serie B la Scandone continua a far parlare di sè per il nulla che continua a produrre. Con un solo colpevole: la Sidigas ed il suo ex Amministratore Delegato, Gianandrea De Cesare che si era fatto conoscere per essere un Re Mida all’interno della pallacanestro italiana e adesso viene citato per il suo menefreghismo (o se preferite “strafottenza”) con cui sta trattando la Società Sportiva Felice Scandone 1948.

Dopo aver dovuto incassare la mazzata psicologica dell’autoretrocessione dalla serie A alla serie B, adesso l’ultima idea per il futuro della palla a spicchi sarebbe quella di giocare con un roster interamente composto da giovani (con la notizia di giornata dell’iscrizione dei lupi ai campionati Under 20, Under 18 e Under 14). Un cammino già perdente in partenza ma che garantirebbe una certezza: risparmiare con una dignità che è andata a farsi benedire nei mesi addietro.

Cara Sidigas, caro De Cesare basta con questi continui sotterfugi: dai ragazzini da mandare in campo per la prima squadra ad un deposito cauzionale proveniente non da un conto corrente bancario risalente al club. Alla scellerata gestione societaria del calcio con la squadra di Ignoffo che sta mettendo una pezza attraverso i risultati di gioco ma con una serie di scadenze attese da rispettare tra ottobre e dicembre.

Caro De Cesare comportati realmente da uomo e basta con questa tortura psicologica collegata alla gestone della Scandone mettendo da parte per una volta l’orgoglio e i personalismi che alimentano la voglia di riscatto verso chi ti ha criticato sin qui. Compresa la nostra testata giornalistica.

Basta davvero adesso. Sono attese risposte da ormai troppo tempo e sempre inevase. Per rispetto di chi ama e vuole bene della pallacanestro avellinese ed irpina.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy