NEWS

Calcio a 5, Lanzetta esalta il Cus: “Siamo la mina vagante del campionato, sabato a Parete per ripeterci”

E’ una delle piacevoli scoperte in queste prime cinque giornate del campionato di serie C1.
Con la vittoria dello scorso sabato ai danni del Real Sant’Erasmo per 7-5, il Cus Avelino si conferma il quinto posto alle spalle della Feldi Eboli, Maddaloni, Saviano e Real Cesinali. “E’ un ottimo momento, la squadra è in forma, tatticamente siamo avanti rispetto alle avversarie contro cui abbiamo giocato. Per questi due motivi stiamo avanti.”  A parlare è il Direttore Generale dei biancoverdi Emilio Lanzetta che si gode il momento della sua squadra finora imbattuta con quattro vittorie, rispettivamente in casa contro Leoni Acerra e Real Sant’Erasmo e in trasferta ai danni del Victoria Solofra e Scalc1one. Una serie di risultati positivi cui va ad aggiungersi il pareggio in casa del Cus Caserta alla prima giornata.
Mina vagante del campionato? Il dirigente avellinese ritiene che il suo club possa candidarsi a tale ruolo: “Stiamo raccogliendo tanti punti in classifica che potranno ritornarci utili nel prosieguo del campionato.  Che possiamo essere la mina vagante del campionato è un complimento che non mi sorprende perchè siamo consapevoli di poter vincere e perdere contro chiunque essendo tra le formazioni più giovani del torneo.” Il vero spirito del Cus, a detta di Lanzetta, si è visto nella vittoria per 2-7 sul Victoria Solofra: “Si è vista una grande maturità contro una buona squadra in cui militavano gli ex Parente e Padovano, due giocatori davvero forti. E’ stata una grande vittoria.”
Una menzione particolare va a Galeotafiore, autore di una quaterna nell’ultimo turno e capocannoniere del girone: “Possiamo dire che se sta tranquillo che può fare benissimo ed è sicuramente l’attaccante che per fisico e velocità è il più incontenibile del girone.”
Prossimo impegno per il Cus la trasferta col Parete: “E’ un campo caldo con un pubblico molto passionale ma lì – aggiunge Lanzetta – abbiamo fatto sempre risultato.”  Una dose di scaramanzia con cui il Cus spera di poter allungare ancor di più quest’avvio sorprendente, da vera e propria

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button