La Sidigas travolge Varese e centra il primo tris stagionale di vittorie

Adrian Banks della Cimberio Varese
Adrian Banks della Cimberio Varese

Una scatenata Sidigas Avellino travolge la Cimberio Varese per  83-63. Gara mai in discussione al PaladelMauro con i padroni di casa che dominano in lungo e in largo la compagine biancorossa. Gli irpini riescono a ribaltare la differenza canestri (all’andata terminò con un -17) e mandano in doppia cifra tre uomini: Thomas, Cavaliero e Ivanov (22 punti e 13 rimbalzi). Gli ospiti tirano con un imbarazzante 19 % da tre punti e pagano a caro prezzo uno scellerato primo quarto in cui incassano un mega parziale di 25-12. Per il  neoarrivato Foster soltanto dieci minuti d’impiego.

Sidigas Avellino

Thomas  17 (6/8,1/3), Biligha 3 (1/2 da due), Lakovic 5 (1/3 da tre),  Spinelli 9 (2/5, 1/2),  Ivanov  22 (7/11 da due), Spera n.e., Dragovic  (0/1,0/1) , Morgillo n.e. , Cavaliero  21 (4/6,4/5), Riccio n.e., Foster (0/1,0/1), Hayes  6 (0/2, 2/3)

All.: Vitucci

 

Cimberio Varese

Scekic 9 (4/7 da due) , Sakota 14 (1/4, 4/7), Rush 2 (1/2, 0/1)  Clark 12 (5/5,0/5), Banks 7 (2/4,1/5),  De Nicolao  4 (1/4,1/4), Johnson 6 (2/3 da due), Ere 9 (4/6 da due), Polonara, Balanzoni n.e., Mei, Battistini n.e.

All.: Frates

Arbitri: Mattioli, Biggi, Quarta

Parziali:25 -12,  37-28, 56-46

Tiri liberi:  16/24  Av; 6 /10  Varese

Curva sud PaladelmauroNel giorno del suo ritorno dinanzi al suo vecchio pubblico, Linton Johnson (fischiato al suo ingresso in campo) viene lanciato nel quintetto titolare da coach Fabrizio Frates. Il suo collega Vitucci si affida ai titolari che bene hanno fatto nell’ultima vincente trasferta a Roma con Foster pronto a subentrare dalla panchina e gli epurati Dean e Richardson in tribuna Montevergine ad assistere  al match. Partenza lanciata dei padroni di casa che  reagiscono all’ iniziale break di 0-4 griffato Clark – Banks, piazzando un controparziale di 11-0 dove a metterci lo zampino sono tre tiri da tre punti, che obbligano il club a chiamare timeout. Avellino comanda il match, trascinata dagli otto punti di Cavaliero, dal controllo dei tabelloni (13-5 il computo del primo periodo) con la coppia Thomas – Ivanov e da eccellenti percentuali al tiro dai 6,75 metri (5/8). Varese non trova più la via del canestro, sbagliando sei tiri consecutivi concedendo agli irpini la possibilità di metter a segno un break di 25-0 con tiro oltre l’arco di Hayes. L’emorragia difensiva dei lombardi verrà interrotta dai punti del trio Scekic-Ere-Clark. La seconda frazione comincia nel segno della formazione biancorossa  che cerca di limare il divario con le realizzazioni di De Nicolao e Scekic riportando la loro squadra sul – 8  (28-20). Avellino sembra tirare i remi in barca ma trova nell’energia del duo italiano Cavaliero-Biligha il giusto antidoto alla rimonta varesina. Un appoggio a tabellone dell’ala ex Casalpusterlengo aggiorna a quattordici le lunghezze di vantaggio per la Scandone (34-20) che amministra il risultato nei minuti che precedono l’intervallo, dovendo registrare nel finale la conclusione di Sakota che tiene accese le speranze del team del presidente Vescovi nonostante un modesto 33% al tiro. Le striglia di coach Frates negli spogliatoi danno la scossa alla Cimberio che rientra in campo andando a segno nelle prime due azioni della ripresa. Dall’altra parte è Will Thomas che gonfia per due volte la retina avversaria. Una tripla dall’angolo di Banks ed un lay-up di Sakota fa scattare l’allarme in casa Sidigas che vede ridotto lo scarto di sole cinque punti 842-37). Avellino respira con le giocate sotto le plance di Thomas e Ivanov. Quest’ultimo fa valere il maggior tonnellaggio su Sakota, realizzando il rinnovato + 10 (50-40). Il lungo ex Liegi, invece, sale a quota otto nel computo dei rimbalzi conquistati. La Cimberio non molla e si aggrappa alle giocate dei singoli, in particolare di Clark ed Ere (53-46 al 27’). L’ultimo periodo parla italiano. Sale in cattedra capitan Valerio che si carica la squadra sulle spalle. Il regista putelono piazza cinque punti in rapida sequenza (di cui una tripla da quasi otto metri) e coinvolge il resto dei compagni. Un suo assist per la schiacciata di Will Thomas equivale al + 18 (66-48). Varese nel frattempo perde per raggiunto limite di falli Linton Johnson e Frates alza il quintetto con la contemporanea presenza sul parquet di Scekic-Sakota ed Ere. Spinelli è incontenibile e pesca dal cilindro un gioco da tre punti (70-55). Sakota risponde pan per focaccia da tre punti ma la Sidigas è letteralmente in serata di grazia. La quarta tripla iscritta a referto da Cavaliero (78-58) manda i titoli di coda al match che si chiude con la soddisfazione e la gioia dei tifosi al grido di “Vi vogliamo così”. La rinascita della Sidigas è appena iniziata. Cantù è avvisata.

Davide Baselice

 

Leggi anche

De Rose carica il Palermo: ” Arrivo per andare in B”

Francesco De Rose si presenta in quel di Palermo. L’ex Reggina sondato anche dai lupi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.