Rastelli: “Non saremo le vittime sacrificali del Bologna”

Primo anticipo stagionale al venerdì per l’Avellino di mister Rastelli che domani alle ore 21:00 scenderà in campo per la penultima gara casalinga del 2014 (e girone d’andata) ricevendo la visita della corazzata Bologna di mister Diego Lopez. Parlare di vittoria è pressoché scontato. I tre punti, infatti, mancano dall’otto novembre quando i lupi si imposero a Modena per 2-1. Un’eternità verrebbe da dire. Tra squalifiche (Ely, D’Angelo e Schiavon) e infortunati (Gomis e Bittante) Rastelli non vuol sentire parlare di gara già segnata ma non nasconde le difficoltà nel preparare un simile match: “Siamo in emergenza dall’inizio del campionato e andando avanti con le giornate gli infortuni e le squalifiche sono aumentate. Nonostante tutto abbiamo tenuto botta e siamo riusciti ad ottenere risultati importanti, infatti la classifica dice che siamo ancora tra le prime della classe. A Pescara, come in tutte le altre partite del campionato, la squadra ha giocato con carattere, cosa che non è mai mancata fino a questo momento, così come la grinta e la mentalità.” Per l’allenatore di Torre Del Greco il punto di forza dei felsinei è il centrocampo senza trascurare la loro fame di vittoria aumentata a causa di alcuni passi falsi che hanno segnato il loro cammino: “Il Bologna è una squadra che deve risalire la classifica al più presto e che punta alla promozione in Serie A. Visti alcuni passi falsi fatti in casa cercheranno di recuperare qui. Non siamo la vittima sacrificale. Ai ragazzi non chiedo mai di accontentarsi, affrontiamo una delle migliori squadre del campionato. Dobbiamo giocare convinti delle nostre potenzialità. È una squadra che ha nel centrocampo il suo punto di forza. Prendiamo come esempio Matuzalem, Zuculini, Bessa e Laribi. ”  Nella formazione titolare non è escluso l’impiego di Visconti dal 1′ mentre per Regoli bisognerà attendere ancora  un pò prima di rivederlo nell’undici base: “Pietro si è allenato ed è al meglio. Paolo purtroppo è rientrato in gruppo soltanto questa settimana e non è ancora pronto per scendere in campo dal primo minuto”.   Tre gare dividono l’Avellino da gennaio quando scatterà il mercato di riparazione in cui non si muoverà dall’Irpinia l’attaccante Andrea Arrighini: “Queste sono soltanto voci, quando arriva una notizia del genere noi nello spogliatoio prendiamo il giocatore in questione e gli assicuriamo che resterà ad Avellino. Arrighini non si muove”.

Leggi anche

La Sandro Abate si tinge ancora di azzurro, altro calcettista convocato in Nazionale

La prossima settimana l’Italfutsal sarà impegnata con le qualificazioni per l’Europeo del 2022. Per le …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.