Sandro Abate, Dalia: “Mercato in entrata ancora aperto, Assad? Porterà la sua voglia di vittoria”

Sandro Abate, Dalia: “Mercato in entrata ancora aperto, Assad? Porterà la sua voglia di vittoria”

I biancoverdi sperano nel ritorno di Abdala: “A fine gennaio sapremo quale sarà la sua decisione”

di Redazione Sport Avellino

Terza in classifica a soli due punti dalla vetta occupata dall’Acqua e Sapone Unigross (leggi qui). La Sandro Abate Avellino si gode il buon momento di forma dopo i due pareggi casalinghi della scorsa settimana che hanno rappresentato dei difficili banchi di prova per il roster di mister Batista. All’orizzonte c’è la sfida in trasferta contro l’Italian Coffee Petrarca di sabato 21 dicembre alle ore 19. A fare il punto della situazione in casa biancoverde è stato il consulente di mercato Roberto Dalia il cui primo pensiero è andato alla partenza di Gonzalo Abdala: “Per i problemi di salute del padre, che dovrà sottoporsi ad un intervento abbastanza serio, ed essendo figlio unico, per cause di forza maggiore è stato costretto al ritorno a casa per assistere il padre. Speriamo che l’intervento vada bene e approfitto per fargli un grosso in bocca al lupo. Il ragazzo è arrivato ieri in Argentina. A fine gennaio, al termine della riabilitazione, ci dirà e in caso positivo tornerà. Ce lo auguriamo tutti.”

La Sandro Abate, intanto, è pronta ad avvalersi delle prestazioni di Fabiano Assad. Il dirigente lo presenta così: “Intanto ha vinto la Coppa Paranaense in Brasile. Questo è di buono auspicio per tutti.  Avere un giocatore che ha vinto tanto è sempre positivo anche per i nuovi compagni. Atterrerà in Italia giovedì. Non sarà disponibile per la gara di sabato a Padova. Lì saremo un po’ in emergenza perché non avremo nemmeno Victor Mello, squalificato. Mi auguro che Fabiano sia disponibile poi per la gara in casa contro il Lido di Ostia.”

Se il mercato in uscita è chiuso, Dalia non esclude qualche nuovo colpo in entrata: “In uscita il mercato è ufficialmente chiuso. Abbiamo completato i portieri con De Gennaro, ragazzo di valore e che ha già lavorato con Varriale, il tecnico dei portieri. Mi complimento con lui per il lavoro svolto con Molitierno. Kakà deve, invece, recuperare il passo. Purtroppo, avendo giocato in A2, i ritmi sono un po’ diversi, ma sta recuperando e già ci sta dando una mano in un ruolo in cui eravamo scoperti. In entrata, stiamo pensando alla profondità della rosa e, quindi, alla possibilità di avere anche giocatori in tribuna”.

Sandro Abate, pazza idea: si pensa a candidare Cercola per le Final Eight

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy