Scandone: insulti a Ondo Mengue, squalificato il campo di Corato

L’episodio accaduto nel match dello scorso 16 febbraio

di Redazione Sport Avellino

Due giornate di squalifica per il campo di gioco dell’Adriatica Industriale Corato dopo il match giocato e vinto il 16 febbraio scorso contro la Scandone Avellino. La decisione è stata presa dal Giudice Sportivo sia per offese razziste rivolte a Bruno Ondo Mengue sia per minacce da parte del pubblico di casa all’indirizzo di uno dei due arbitri di gara. Questo il comunicato della Fip: “Squalifica campo per 2 gare: squalifica campo per 1 gara per offese e minacce agli arbitri per tutta la durata della gara da parte dei tifosi locali, nonchè comportamento gravemente e ripetutamente offensivo a fine gara nei confronti dell’atleta avversario Ondo Mengue, di evidente stampo razzista [art. 27,5bd RG rec., art. 28,3 RG,art. 27,4b RG rec.,art. 24,2a RG]; squalifica campo per 1 gara perchè durante l’ultimo minuto di gioco il 2° arbitro veniva strattonato per la maglietta lungo la linea di fondo da un tifoso locale [art. 30,1 RG, 29,3A RG rec., 24,2a RG”.

Pronta la replica del sodalizio pugliese: “In primis, la società vuole dissociarsi totalmente dal gesto compiuto da “isolati” individui; la società del Presidente Marulli ripudia con ogni mezzo il razzismo ed è sempre attenta e attiva alla eliminazione della barriere sociali. Innumerevoli, infatti, sono gli eventi organizzati con i ragazzi provenienti dal Centro di Immigrazione di Corato nel recente passato. Il gesto di “isolati” individui non può macchiare nè la società nè la sempre corretta tifoseria locale. In merito al tifoso che ha strattonato la maglietta dell’arbitro, la società si riserva di richiedere e quantificare agli interessati il grave danno economico subito in conseguenza della disputa delle gare su campo neutro, in modo tale che ciò possa essere di lezione e monito a tutto il pubblico. Il Presidente Marulli e tutta la società sono stanchi negli anni di dover sempre “mettere mano al portafoglio” per fatti esterni; la conseguenza è che la società dovrà trovare il modo di recuperare le ingenti spese da affrontare, anche a mezzo istituzione di una seconda giornata pro-corato.”

Corato, infine, giocherà le prossime due partite sul neutro di Melfi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy