Scandone, Scalella non parla e prende tempo: il futuro appare ormai segnato

Scandone, Scalella non parla e prende tempo: il futuro appare ormai segnato

Ieri il nuovo Amministratore Delegato presente al vertice (poi rinviato) in programma al Comune di Avellino

di Redazione Sport Avellino

Ieri al Comune di Avellino era in programma un vertice tra i rappresentanti della Sidigas con la presenza del Presidente Claudio Mauriello e del nuovo Amministratore Delegato Dario Scalella. Motivo della visita la discussione relativa ai canoni arretrati che l’azienda del gas deve all’ente di Piazza del Popolo per l’utilizzo dello stadio Partenio – Lombardi e per quanto concerne le rate da corrispondere al Credito Sportivo sulla ristrutturazione del PaladelMauro avvenuta nel 2008. L’incontro è stato rinviato visti i recenti fatti di cronaca avvenuti con l’incendio scoppiato a Pianodardine.  Dai rappresentati di calcio e basket vige il massimo silenzio ma la volontà del nuovo A.d. sarebbe quella di portare avanti il discorso della Scandone confermando – seppur non in maniera ufficiale – quelle che erano le indiscrezioni dei giorni scorsi sulla possibilità di allestire un roster composto da giocatori esclusivamente provenienti dal settore giovanile. Una mossa che non convince nessuno anche perchè la sensazione che emerge è che la delicata situazione della pallacanestro sia l’ultimo dei problemi da affrontare.

Sequestro beni di De Cesare: il Riesame si riserva la decisione

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy