NEWS

Sudtirol, Vecchi: “Ci giocheremo le nostre carte, Avellino classifica e blasone migliore tra quelle che potevamo prendere”

Le parole dell'allenatore della compagine biancorossa

In vista della gara del Partenio – Lombardi tra Avellino e Sudtirol, il tecnico della formazione altoatesina Stefano Vecchi, tramite i canali ufficiali del club, ha espresso la sua opinione sulla squadra guidata da mister Braglia.

L’Avellino è una squadra forte, di categoria, costruita bene con giocatori di categoria, con Maniero che ha giocato a lungo in B e bene allenata. Braglia non lo scopre nessuno: la C l’ha fatta spesso e l’ha vinta, anche spesso. Sono sicuro che farà risultati importanti anche ad Avellino e gli auguro di farlo dall’anno prossimo. Quest’anno tocca a noi perché ce lo meritiamo per il campionato, per la stagione che abbiamo fatto. Sicuramente si tratta di una doppia sfida difficile. E’ fuori dubbio che nei play off  bisogna essere pronti ad affrontare tutti, ma è altrettanto vero che nei sorteggi non siamo stati fortunati: prima la Pro Vercelli che di quelle che potevamo prendere era quella con la classifica migliore e adesso troviamo l’Avellino che tra quelle che potevamo prendere è quella con la classifica migliore e con il blasone migliore. Andremo ad Avellino a giocarci le nostre carte”.

Ritorna anche sul precedente turno dei play-off: “Contro la Pro Vercelli sono state fatte due buonissime gare. La prima dopo tanti giorni di stop l’abbiamo interpretata bene sia da punto di vista fisico che mentale. Non ci è andata benissimo per via del rigore che ci ha penalizzato e ci ha costretto a vincere a tutti i costi la partita di ritorno. In casa abbiamo disputato un primo tempo straordinario: andare al riposo sul 2-0 contro una squadra come la Pro Vercelli è stato importante. Abbiamo avuto poi la forza di tenere botta fino alla fine nonostante il loro ritorno. Grande merito ai ragazzi di essere riusciti a dare l’anima e non mettere in discussione un passaggio del turno assolutamente meritato in questi play-off capaci di riservare grandi sorprese”. 

Articoli correlati

Back to top button