Top 11 sedicesima giornata: un pizzico di biancoverde tra tanta Cavese

Top 11 sedicesima giornata: un pizzico di biancoverde tra tanta Cavese

I migliori undici del sedicesimo turno

di Filippo Abbondandolo, @filippoabb

Sedicesima giornata di campionato nel girone C di Serie C.

30 gol realizzati (419 totali, 3 a tavolino)

18 gol casa (255)

12 gol trasferta (164, 3 a tavolino)

4 vittorie interne (76)

4 pareggi (42)

1 vittoria esterna (40, 1 a tavolino)

0 espulsioni (31)

Ecco il top team di giornata: 4-4-2 affidato a Salvatore Campilongo, tecnico della Cavese.

Pini (Viterbese): tiene in gara la sua squadra piegandosi soltanto in pieno recupero al colpo di Vantaggiato. Il primo punto di Calabro sfuma nel finale.

De Rossi (Sicula Leonzio): riacciuffa il Picerno con un bel tiro dalla distanza. Bucaro respira e abbandona l’ultimo posto in classifica.

Favasuli (Cavese): torna titolare ed eccelle nell’inedito ruolo di centrale difensivo. Quando qualità ed esperienza fanno la differenza.

Caldore (Casertana): trova il primo gol da professionista con un preciso colpo di testa. Ginestra ringrazia e ritrova i punti anche in trasferta.

Cancellotti (Teramo): ok, la carambola è giusta. Ferma la corsa del Bari e consente a Tedino di restare stabile in settima posizione.

Spaltro (Cavese): abbatte il Monopoli con un gran bolide sul finire della prima frazione. Prima gioia tra i professionisti anche per lui.

Bellomo (Reggina): apre la goleada nel derby con una splendida punizione. Toscano asfalta anche il Rende e vede il titolo di campione d’inverno.

Palumbo (Ternana): un’altra prova sopra le righe, da dominatore assoluto della mediana. Giocatore di altro livello, sprecato per la categoria.

Micovschi (Avellino): un gol e mezzo, l’assist a Charpentier. Da esterno d’attacco funziona alla grande. Capuano rivede la luce dopo 4 ko consecutivi.

Murano (Potenza): si conferma bomber lucano con la pesante doppietta al Francavilla. Raffaele infila il tris e resta al secondo posto in classifica.

Antenucci (Bari): si inventa un’altra perla balistica dopo quella di Pagani. Lui c’è sempre, la squadra un po’ meno. E la Reggina scappa via.

All. Campilongo (Cavese): bissa il successo di Viterbo fermando anche la rivelazione Monopoli. E comincia a strizzare l’occhio alla zona playoff.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy