SERIE B

Criscitiello risponde ad Abodi: “Si scrive le letterine da solo”

Dopo la lettera scritta nella giornata di ieri dal Presidente della Lega Serie B, Andrea Abodi, arriva puntuale anche la risposta del noto giornalista irpino Michele Criscitiello: “Siamo nel 2014 e l’aspetto mediatico è fondamentale per un Presidente di Lega che gioca a fare il politico. Abodi avrebbe bisogno di qualche ripetizione per come si gestiscono i mezzi di comunicazione. Dopo i cinguettii su twitter, emana un comunicato stampa a nome di tutti ma a firma di nessuno. Parla dei 22 club ma non c’è mezza firma. Semplice: aveva già sbandierato ai 7 venti che avrebbe fatto partire una lettera, raccogliendo le firme di tutti i Presidenti, contro il sottoscritto. Morale: non c’è mezzo autografo. Quel comunicato avrebbe un senso se al posto di -tutte le società- avesse messo tutti i nomi dei Presidenti. Non vedo l’Avellino, come mai? Dimostrazione che già quel tutte è un autogol clamoroso. Dov’è la firma del Presidente del Crotone Vrenna che ieri ho incontrato al calciomercato e non la pensava esattamente come Abodi vuole far credere? La lettera è autoreferenziale, non andrebbe neanche commentata. Si difende e prepara il dettato al suo addetto stampa. Lo abbiamo invitato in tv ed è scappato per i cieli di twitter, si è rifugiato dietro giochi di potere e non ha mai risposto alle nostre domande. Stipendi da 250.000 euro annui, rimborsi milionari e un bilancio che parlerà presto da solo. Perchè non spiega quanti soldi ha perso con il giochino della tv di serie B? Perchè non commenta che a bordo campo non ci sono più primi sponsor come lo erano bwin ed Eurobet ma leggiamo Serie B 2014-2015 (-1,7 milioni di euro)? Se questo, caro Presidente, è il modo di preparare il terreno per le prossime elezioni alla Lega di serie A finirai peggio di due anni fa quando al 30 dicembre chiedevi aiuto mediatico. Ricordi? 30-12-12, ore 22.45! Il giorno dopo la sconfitta piangevi inveendo contro Lotito, adesso? Caro Presidente, hai perso un’altra buona occasione per recuperare la faccia persa quest’estate quando sbandieravi la difesa di una B a 21. L’invito ad un confronto tv è sempre valido. I telespettatori ti cercano e non vogliono che continui il nascondino tra twitter e ghostwriter (chiamami che ti spiego il significato)”.
Con affetto, “tuo” Michele.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button