SERIE B

L’Avellino rivendica metà dell’incasso del partita contro la Juventus in coppa

Sono passati quasi sei mesi, da quando l’Avellino ha affrontato in Coppa Italia la Juventus. Le polemiche non si sono spente anzi. Dopo il “danno” di anticipare la partita al 18 dicembre le diatribe tra la Vecchia Signora e il lupo si sono riaccese. Difatti il sodalizio di Piazza Libertà rivendita la metà dell’incasso del match. Un match che ha portato alla ribalta la piccola realtà biancoverde nell’olimpo del calcio italiano. Lo spettacolo sugli spalti, d’altri tempi. La risposta inerente al polverone da parte del club torinese è stata che con la vendita degli abbonamenti in “regalo” ci fosse la partita degli ottavi di finale di Coppa Italia. L’Avellino rivendica il diritto di ricevere circa la metà dell’incasso della gara giocata a Torino: il 45 per cento di una cifra prossima cioè al milione di euro come si evince dai tabulati in possesso del club irpino e come stabiliscono le norme che regolano la competizione. Taccone ha dato mandato a un legale per una composizione bonaria, ma il rischio concreto è che l’in tera vicenda finisca dinanzi alla Commissione vertenze economiche della Figc che stabilirà se l’importo è dovuto o meno. 

[Fonte:CorrieredelloSport]

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button