SERIE B

Rastelli e Fabbro: “Non è finita. Noi ci crediamo”

“Abbiamo ancora tante possibilità. E’ vero, i risultati non ci hanno dato una mano stasera (ieri ndr). Speravamo di essere più fortunati dagli altri campi ma abbiamo scalato una posizione. E’ tutto aperto nel calcio mai dare nulla per scontato. Io ci credo e ci credono anche i tifosi. Quindi  diamo quello che dobbiamo contro il Padova, vinciamo e poi venerdì sera tireremo le somme”. Massimo Rastelli è motivato. Non molla di un centimetro la presa. E chiarisce il saluto a fine gara, il primo di quest’anno per lui. Aveva sempre lasciato la scena ai suoi calciatori. “Era l’ultima partita della regular season. Io spero di tornarci ancora qui per i play-off. E tornarci significa essere nelle semifinali. Non sono un pazzo ma ci credo davvero. Anzi dico di più. Sappiamo che non dipende da noi ma se entriamo nella griglia siamo nella condizione fisica e mentale per poter dire ed azzardare che ce la giocheremo con tutti. Ed anche senza paura”.
Poi torna sulla partita. “Era difficile e l’abbiamo sbloccata dopo aver divorato tante palle gol. Poi siamo andati in gestione. Abbiamo raddoppiato e triplicato mettendo la partita in ghiacchio. Peccato per gli infortuni a Fabbro e Galabinov. Alessandro ha avuto un problema muscolare ma Andrey temo che è più grave. Forse una distorsione al ginocchio. Peccato perchè è il miglior calciatore, parlo di stato fisico e psicologico in questo momento”. Rastelli chiude con una promessa. “Ho un grosso rammarico soltanto se non dovessimo raggiungere i play-off. E il rammarico è che ci hanno tolto punti pesanti. Per colpe non nostre. Guardo la classifica adesso e mi mancano diversi punti. In un campionato normale oggi potevamo essere al quarto-quinto posto. Ma non fa nulla. Pensiamo al Padova e poi vediamo che succede”. Gli fa eco Fabbro. Un altro gol, sempre di testa. Tra i migliori in campo. Ancora una volta. “Ero già affaticato ma ho voluto stringere i denti e ho chiesto il cambio per evitare di peggiorare la situazione. Per il resto siamo in piena corsa. Ce la giochiamo con coraggio e con forza fisica. Abbiamo dimostrato ancora una volta quanto è stato straordinario il nostro campionato quest’anno. A denti stretti andiamo a Padova per l’ultima vittoria di una stagione straordinaria. Chiudiamo in bellezza e senza rimpianti consapevoli di aver dato tutto. I play-off sarebbero il giusto coronamento di una stagione straordinariamente bella. Ci manca la cieliegina sulla torta. Mettiamocela e poi speriamo che per una volta anche i risultati dagli altri campi ci sorridano”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button