Rastelli: “Non facciamo calcoli. Per i playoff servirà soltanto vincere”

rastelliDopo dieci giorni di silenzio stampa Massimo Rastelli ritorna a parlare ai giornalisti.  E la domanda che più suscita la curiosità di tutti riguarda la rincorsa ai playoff: «Non siamo più artefici del nostro destino perché tra scontri  diretti ed altri match in programma può succedere di tutto».

Nell’ultimo turno l’Avellino è andata incontro ad una nuova sconfitta, confermando il mal di trasferta: «È  un leit motiv che andiamo in trasferta, giochiamo bene ma torniamo a casa a mani vuote. Non vedo tutta questa arrendevolezza mana squadra che ha speso molto nei primi 25’. Un episodio ha fatto la differenza. Si è visto il solito Avellino fuori casa ma per un motivo o per un altro che ci sfuggon i tre punti in trasferta».

Rastelli spiega il perché di questo silenzio: «La mia scelta in questi dieci giorni era dovuta soltanto a quello che è successo martedì scorso col Trapani. Solo da ieri ho ritrovato un po’ di serenità. Quanto accaduto nel girone di ritorno e coi siciliani mi ha particolarmente irritato ed ho preferito non parlare per non incorrere in sanzioni disciplinari».

L’Avellino è chiamato a dare il massimo nei restanti 180’ che separano dal temine della stagione regolare: «C’è delusione perché avremmo potuto avere quattro punti in più ed essere a 60 punti e centrare i playoff. Adesso dobbiamo arrivre  62 punti. Le prossime due avversarie non ci regaleranno nulla. La Reggina sta onorando il torneo giocandosela con tutti e  lanciando dei giovani interessanti Servirà vincerla anche al 95’. Vogliamo dare soddisfazioni e dimostrare che c’è stata continuità di obiettivi e motivazioni. E ci sono stati degli episodi che purtroppo ci hanno condizionato».

Secondo indiscrezioni nelle ultime ore c’è stato un interessamento del Chievo Verona per il trainer biancoverde: «Ho un contratto fino al 2016. Il mio lavoro dovrà esser valutato dalla società. Non sapevo di  di altre squadre ma è normale che ci siano interessamenti  da parte di altri club».

Contro la Reggina ci sarà la grana dei nazionali che rientreranno soltanto nelle ore a ridosso della sfida coi calabresi: «Sarò  condizionato perchè Galabinov e Decarli li avrò da sabato. Bittante solo domani mattina».

Domani il test amichevole ad Agropoli:  «A noi  può  far solo piacere l’entusiasmo ritrovato e dalla folla che ci attenderà domani pomeriggio ad Agropoli. È un onore portar in giro per la Campania il nome dell’Avellino che ha dei tifosi sempre rispettosi, mai violenti e sempre apprezzati in tutti gli stadi italiani».

Leggi anche

Scandone che beffa! Rimonta e controrimonta: vince Salerno 85-79

Avellino sciupa un vantaggio a pochi secondi dalla fine, regalando la vittoria alla Virtus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.