Serie B: il Frosinone non molla mai

E’ Frosinone la capolista solitaria, almeno per 24 ore, della serie B. La squadra di Stellone ha battuto il Modena con due gol nella ripresa (Carlini e Dionisi) centrando il settimo risultato utile consecutivo e dando dunque continuita’ all’ottimo avvio di stagione. Meglio di cosi’, insomma, era davvero difficile immaginare. La squadra di Novellino ha dato filo da torcere agli avversari, ma alla lunga l’uomo in meno (rosso a Beltrame nel primo tempo) ha fatto la differenza con la squadra di casa che ha conquistato tre punti e la vetta della classifica in attesa che giochi l’Avellino, unica avversaria a poterla raggiungere. Dietro, tengono il ritmo agevolmente e sembra abbiano trovato gli equilibri sia Livorno che Bologna. I labronici espugnano il Liberati, con la Ternana che ha capito poco del match e soprattutto con i giocatori in campo che hanno dimenticato Cutolo e Vantaggiato almeno in quattro occasioni: due doppiette per entrambi tra primo e secondo tempo. Il Bologna nuovo corso griffato Joe Tacopina fa tornare a sognare i tifosi felsinei che chiedono alla nuova dirigenza americana di riportare la societa’ rossoblu’ in Europa. Il nuovo presidente, in tribuna, ha gioito per i gol di Abero (nel primo tempo), Acquafresca e Cacia (eurogol da 40 metri) nella ripresa contro un Varese che ha resistito davvero poco ai blasonati avversari. Vincono anche Carpi e Trapani, sfruttando al meglio il turno casalingo. A Carpi avviene tutto di rigore: doppietta di Mbakogu, poi Sforzini accorcia le distanze per il Latina. A Trapani, invece, doppietta di Ciaramitaro e gol del solito Mancuso sul Crotone che con Torregrossa aveva segnato il momentaneo 1-1. Tra Lanciano e Perugia, invece, nel match piu’ atteso della giornata, alla fine e’ prevalsa la voglia di non farsi male anche se l’incontro e’ stato vibrante. Perea nella ripresa porta in vantaggio gli umbri, tocca poco dopo a Gatto su rigore pareggiare i conti e permettere ad entrambe le squadre di muovere la classifica. Risalgono in graduatoria anche Brescia e Spezia, che battono rispettivamente Pro Vercelli e Catania. Le rondinelle segnano con Caracciolo, si fanno subito pareggiare da Marchi, infine Benali regala tre punti alla squadra di Iaconi. A La Spezia non c’e’ molta storia: Brezovec e una doppietta di Catellani condannano ancora il Catania (Sannino rischia) che ha fallito un penalty con Rosina ed ha giocato in dieci per l’espulsione di Gyomber. Dopo l’anticipo di ieri con la vittoria del Vicenza sul Pescara, la giornata si conclude tra domani e lunedi’ con gli ultimi due match. Domani alle 18 e’ la volta di Bari-Avellino, con gli irpini che vincendo raggiungerebbero in testa alla classifica il Frosinone mentre i pugliesi che cercano conferme per risalire ancora di piu’ la china; lunedi’, invece, tocca a Cittadella-Virtus Entella con i liguri che devono recuperare una gara ma vanno a caccia di punti.

Check Also

Scandone – Sant’Antimo, le pagelle: Sousa e Brunetti sugli scudi.

Le pagelle della vittoria sul filo di lana di Avelino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.