SERIE C

Riammissioni in Serie C, la FIGC stabilisce criteri e parametri | News

Il comunicato ufficiale della Figc

Con una nota sul proprio sito ufficiale, il consiglio della Federcalcio ha stabilito i criteri e i parametri per la riammissione e il ripescaggio in Serie C. Di seguito il comunicato integrale:

Il Consiglio Federale
– nella riunione del 9 giugno 2021;
– visto l’art. 49, comma 5 bis delle N.O.I.F.;
– ravvisata la necessità di stabilire, laddove si verifichino le situazioni di cui alla citata norma, i criteri per la riammissione, al Campionato Serie C 2021/2022, delle società retrocesse dal medesimo Campionato nella Stagione Sportiva 2020/2021;
– visto l’art. 27 dello Statuto federale
h a d e l i b e r a t o
di fissare i criteri di cui all’allegato A) per la riammissione al Campionato Serie C 2021/2022 delle società retrocesse dal medesimo Campionato nella stagione 2020/2021, ai fini di quanto previsto dall’art. 49, comma 5 bis delle N.O.I.F..

CRITERI PER LA RIAMMISSIONE AL CAMPIONATO DI SERIE C 2021/2022, AI SENSI DELL’ART. 49, COMMA 5 BIS DELLE N.O.I.F., DELLE SOCIETA’ RETROCESSE DAL MEDESIMO CAMPIONATO NELLA STAGIONE 2020/2021
Qualora entro il 28 giugno 2021, si verifichi una delle situazioni previste dall’art. 49, comma 5 bis delle N.O.I.F., la riammissione al Campionato Serie C 2021/2022 riservata, ai sensi della medesima norma, alle sole società retrocesse dal Campionato Serie C 2020/2021, avverrà secondo i criteri di seguito trascritti:
A) Classifica finale della regular season delle società retrocesse del Campionato SERIE C 2020/2021
Per le società retrocesse dal Campionato Serie C 2020/2021, ai fini della riammissione al Campionato 2021/2022 ex art. 49, comma 5 bis delle N.O.I.F., sarà utilizzata la seguente graduatoria:
1^ società che ha conseguito il miglior punteggio in classifica, tra i tre gironi, al termine della regular season del Campionato Serie C (2020/2021)
2^ società che ha conseguito il secondo miglior punteggio in classifica, tra i tre gironi, al termine della regular season del Campionato Serie C (2020/2021)
3^ società che ha conseguito il terzo miglior punteggio in classifica, tra i tre gironi, al termine della regular season del Campionato Serie C (2020/2021)
4^ società che ha conseguito il quarto miglior punteggio in classifica, tra i tre gironi, al termine della regular season del Campionato Serie C (2020/2021)
5^ società che ha conseguito il quinto miglior punteggio in classifica, tra i tre gironi, al termine della regular season del Campionato Serie C (2020/2021)
6^ società che ha conseguito il sesto miglior punteggio in classifica, tra i tre gironi, al termine della regular season del Campionato Serie C (2020/2021)
7^ società che ha conseguito il settimo miglior punteggio in classifica, tra i tre gironi, al termine della regular season del Campionato Serie C (2020/2021)
8^ società che ha conseguito il minor punteggio in classifica, tra i tre gironi, al termine della regular season del Campionato Serie C (2020/2021)
In caso di parità di punti in classifica, al termine della regular season, tra le società retrocesse, prevarrà la società con il maggior numero di vittorie; in caso di ulteriore parità, la società con il maggior numero di reti segnate; in caso di ulteriore parità, la società con il minor numero di reti subite; in caso di ulteriore parità, si procederà a sorteggio.
Considerato che, nella stagione sportiva 2020/2021, a seguito del minor numero di squadre partecipanti al Campionato Serie C a causa dell’esclusione dallo stesso della società Trapani Calcio S.r.l., i gironi presentano una diversa composizione numerica (Girone “A” a 20 squadre, Girone “B” a 20 squadre, Girone “C” a 19 squadre), per garantire omogeneità nella redazione della graduatoria si utilizzerà, per le squadre del Girone “C”, un coefficiente moltiplicatore pari a 1,05555556, ottenuto dal rapporto tra il numero totale delle gare di regular season giocate nei gironi “A” e “B” (38) ed il numero totale di quelle giocate nel girone “C” (36), che sarà applicato al punteggio conseguito al termine della regular season. Tale coefficiente sarà applicato anche per il calcolo del numero di vittorie, numero di reti segnate e numero di reti subite.
B) Preclusioni
La riammissione al Campionato 2021/2022, ex art. 49, comma 5 bis delle N.O.I.F., riservata alle sole società retrocesse dal Campionato Serie C 2020/2021, sarà comunque preclusa alle stesse qualora:
1. non risultino ammesse al Campionato Nazionale Serie D 2021/2022. Le società non ammesse saranno computate esclusivamente ai fini della redazione della graduatoria;
2. abbiano subito sanzioni per illecito sportivo e/o per violazione del divieto di scommesse, scontate nelle stagioni 2019/2020 e 2020/2021. La riammissione sarà inoltre preclusa alle società che, al momento della decisione sulla domanda di riammissione, abbiano subito sanzione per illecito
sportivo e/o per violazione del divieto di scommesse da scontarsi nella stagione 2021/2022. In presenza delle predette sanzioni, le società saranno computate ai soli fini della redazione della graduatoria;
3. abbiano subito sanzioni, scontate nelle stagioni 2019/2020 e 2020/2021, per il mancato pagamento, nei termini prescritti, degli emolumenti dovuti ai tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo o delle ritenute IRPEF, o dei contributi INPS o del Fondo Fine Carriera relative ai suddetti emolumenti. La riammissione sarà inoltre preclusa alle società che, al momento della decisione sulla domanda di riammissione, abbiano subito sanzioni per i predetti illeciti da scontarsi nella stagione 2021/2022. In presenza delle predette sanzioni, le società saranno computate ai soli fini della redazione della graduatoria;
4. abbiano ottenuto nelle stagioni 2018/2019, 2019/2020 e 2020/2021 il titolo sportivo di un campionato professionistico, ai sensi dell’art. 52, comma 3, delle NOIF. In presenza delle predette ipotesi, le società saranno computate ai soli fini della redazione della graduatoria.
******
Le società, per conseguire la riammissione al Campionato Serie C 2021/2022, dovranno ottenere la Licenza Nazionale relativa al medesimo Campionato. Non saranno ammesse deroghe sui Criteri Infrastrutturali fissati dalle Licenze Nazionali per la predetta stagione sportiva.
Con successivo Comunicato Ufficiale saranno stabiliti i termini e le ulteriori procedure per richiedere la riammissione al Campionato di Serie C 2021/2022.
*****
Le domande di riammissione saranno decise dal Consiglio Federale. Avverso la decisione del Consiglio Federale, che respinga la domanda di riammissione, sarà consentito ricorso al Collegio di Garanzia dello Sport presso il CONI-Sezione sulle competizioni professionistiche- da proporsi nei termini e con le modalità previsti dall’apposito Regolamento, emanato dal CONI, con deliberazione n. 1658 del Consiglio Nazionale del 25 febbraio 2020 e pubblicato sul sito del CONI
“.

Il Consiglio Federale
– nella riunione del 9 giugno 2021;
– attesa la necessità di stabilire ai fini della eventuale riammissione nel Campionato di Serie C 2021/2022 prevista dal Comunicato Ufficiale n. 280/A del 14 giugno 2021, il termine perentorio entro il quale le società interessate devono presentare le domande ed effettuare i relativi adempimenti prescritti dal Comunicato Ufficiale n. 253/A del 21 maggio 2021;
– visto l’art. 27 dello Statuto Federale
h a d e l i b e r a t o
le società retrocesse dal Campionato Serie C al Campionato Nazionale Serie D al termine della stagione sportiva 2021/2022 che abbiano interesse a candidarsi per l’eventuale riammissione in Serie C 2021/2022, nella ipotesi regolata dal Comunicato Ufficiale n. 280/A del 14 giugno 2021, dovranno documentare, entro il termine perentorio del 19 luglio 2021, di essere in possesso dei requisiti di ammissibilità a detto Campionato, previsti dal Sistema delle Licenze Nazionali di cui al Comunicato Ufficiale n. Ufficiale n. 253/A del 21 maggio 2021 e presentare entro il suddetto termine perentorio del 19 luglio 2021, apposita domanda alla F.I.G.C. ed alla Lega Italiana Calcio Professionistico, corredata dalla documentazione di seguito indicata.
La domanda alla F.I.G.C. deve essere corredata: da tutta la documentazione prevista dal Titolo I), paragrafo I), dal Titolo II) e dal Titolo III), del Comunicato Ufficiale n. 253/A del 21 maggio 2021, per l’ottenimento della Licenza Nazionale ai fini della partecipazione al Campionato Serie C.
La domanda alla Lega Italiana Calcio Professionistico deve essere corredata:
– dalla domanda di ammissione al Campionato Serie C 2021/2022 unitamente alla tassa di iscrizione al medesimo campionato e contenente l’impegno a non partecipare a competizioni organizzate da associazioni private non riconosciute dalla FIFA, dalla UEFA e dalla FIGC;
– dall’originale della garanzia a favore della Lega Italiana Calcio Professionistico da fornirsi esclusivamente attraverso fideiussione a prima richiesta dell’importo di euro 350.000,00, rilasciata, secondo le prescrizioni di cui al Comunicato Ufficiale n. 258/A del 31 maggio 2021, da:
a) banche che figurino nell’Albo delle Banche tenuto dalla Banca d’Italia;
b) società assicurative che:
b1) siano iscritte nell’Albo IVASS;
b2) siano autorizzate all’esercizio del ramo 15 (cauzioni) di cui all’art. 2, comma 3 del Codice delle assicurazioni private;
b3) abbiano un rating minimo Baa2, se accertato da Moody’s o BBB se accertato da Standard & Poor’s o BBB se accertato da Fitch ed abbiano pubblicato il documento SFCR con indice di solvibilità non inferiore a 1,3. Il rating deve essere detenuto direttamente dalla società emittente la fideiussione;
b4) in assenza del documento SFCR sopra richiamato, abbiano un rating minimo A3 se accertato da Moody’s o A- se accertato da Standards & Poor’s o A- se accertato da Fitch ovvero “Good” se accertato dall’agenzia A.M. Best Rating. Il rating deve essere detenuto direttamente dalla società emittente la fideiussione;
c) società iscritte all’Albo Unico ex art. 106 TUB che abbiamo un capitale sociale non inferiore a euro 100.000.000,00.
Nel caso in cui la garanzia a favore della Lega Italiana Calcio Professionistico sia stata emessa e sottoscritta digitalmente, le società dovranno depositare la stessa, anche mediante posta elettronica certificata, allegando il documento sottoscritto digitalmente.
L’accettazione della garanzia è subordinata alla assenza di contenziosi tra la F.I.G.C. e/o le Leghe professionistiche e l’ente emittente;
– dalla dichiarazione di espressa accettazione della normativa relativa alla diversa e minore ripartizione dei proventi da parte della Lega Nazionale Professionisti Serie B in caso di promozione in Serie B, secondo le prescrizioni previste dal Comunicato Ufficiale n. 253/A del 21 maggio 2021.
Le certificazioni di competenza della Lega Italiana Calcio Professionistico, previste dal Titolo I), paragrafo III), lettera A), punti 1), 2), 3), 4), 5), 6) e 7) del Comunicato Ufficiale n. 253/A del 21 maggio 2021 devono pervenire alla Co.Vi.So.C. entro il termine del 22 luglio 2021.
Il parere e la certificazione di competenza della Lega Italiana Calcio Professionistico previsti dal Titolo II) del Comunicato Ufficiale n. 253/A del 21 maggio 2021 devono pervenire alla Commissione Criteri Infrastrutturali e Sportivi-Organizzativi entro il termine del 22 luglio 2021.
La domanda verrà dichiarata inammissibile nell’ipotesi in cui la società non sia ammessa al Campionato Nazionale Serie D 2021/2022.
*****
Le decisioni in merito alle domande di ammissione al Campionato Serie C 2021/2022 saranno assunte dal Consiglio Federale.
Avverso la decisione del Consiglio Federale, che respinga la domanda di riammissione, è consentito ricorso alla Sezione del Collegio di Garanzia dello Sport sulle controversie in tema di ammissione ed esclusione dalle competizioni professionistiche, ai sensi del relativo Regolamento approvato con
delibera n. 1658 del 25 febbraio 2020, del Consiglio Nazionale del CONI
“.

Articoli correlati

Back to top button