US AVELLINO

Avellino, D’Agostino: “Lo stadio nuovo? In un anno e mezzo. Dobbiamo stare con i piedi per terra”

Le parole del presidente della compagine irpina

Il presidente dell’Avellino Angelo Antonio D’Agostino, ospite di Prima Tivvù, ha commentato il cammino della formazione allenata da mister Braglia: “Stiamo bene lì in alto, siamo soddisfatti del lavoro svolto. Dopo il girone di andata era prevedibile che avremmo fatto un girone di ritorno in base alle aspettative che avevamo messo in campo all’inizio. Abbiamo allestito la squadra per fare bene ed era tutta una scommessa, stare in quella posizione in un girone come il nostro dove ci sono squadre che si conoscono da tanto è una soddisfazione per tutto il gruppo e soprattutto per i ragazzi che stanno dando tanto in campo. Noi non avevamo nulla, neanche i calciatori e siamo partiti da zero. Ci volevano persone che avevano esperienza, e in merito a loro due – riferendosi a Braglia e Di Somma – ho pensato che si potesse fare bene, e fino ad adesso così è stato. Siamo stati penalizzati dal covid, ma la squadra doveva iniziare ad avere questi risultati già dall’inizio. Ora ai ragazzi ho chiesto di essere cauti durante questa pausa, perché quando si interrompe si possono avere anche delle difficoltà. Io sono fiducioso, i ragazzi sanno che stiamo disputando un campionato difficile in un momento delicato. Loro sanno quali sono i nostri obiettivi, ne parliamo spesso. Con loro parliamo frequentemente e devo dire che sono dei bravi ragazzi. Fino ad adesso sono davvero sorpreso”. 

In merito agli obiettivi stagionali:Dobbiamo stare con i piedi per terra perché abbiamo avuto questa fase positiva, e bisogna cercare di portarla il più avanti possibile. Ogni partita è a se e bisogna andare avanti così”.

Su Braglia: “Sono sempre stato convinto dal primo minuto su di lui perché quando l’ho conosciuto sono rimasto colpito dal suo temperamento, è una persona molto rigida con un cuore molto grande. Ero convinto che potesse fare bene. All’epoca abbiamo incontrato diversi allenatori, ma rimasi colpito da Braglia; e ad oggi devo dire che sono contento per come stanno andando le cose”.

Sullo stadio:Ormai la notizia è trapelata. Per lo stadio nuovo il progetto è quasi pronto. Il progetto lo dovremmo presentare a breve, fra qualche settimana, al comune e poi faremo una conferenza stampa dove illustreremo il tutto. Una volta presentata l’idea, molto dipende da quelli che sono i titoli autorizzativi. Questo è un tempo indefinito che non saprei calcolare. Abbiamo messo in agenda che in un anno e mezzo dovremmo farlo”. 

Sui tifosi:Con il campionato che stiamo facendo nell’ultimo periodo sarebbe stato un qualcosa di spettacolare avere i tifosi allo stadio. Questa cosa a noi ci sta penalizzando davvero tanto. Avellino è una città dove ci tengono e seguono la squadra. Io immagino la curva sud con una partita come quella col Foggia che cosa sarebbe stata. Si fanno tanti sacrifici e tanti sforzi, e poi è bello vedere che la gente si diverte. A noi da tanta carica rivedere quelle immagini e ci fa venire la pelle d’oca – riferendosi al pre partita di Avellino Foggia -. Ci auguriamo di disputare i play-off a porte aperte”.

Articoli correlati

Back to top button