US AVELLINO

Avellino, missione compiuta: il palermitano D’Angelo regala ai lupi il secondo turno

È un Avellino pimpante quello dei primissimi minuti. I biancoverdi partono a spron battuto a caccia del gol. I lupi attaccano e cadono spessoo e volentieri all’interno dell’area di rigore di Pelagotti. Zufferli lascia giocare.

Al 9′, Forte salva l’Avellino opponendosi con i piedi al tiro di Kanoute. Lanciato in profondità da Santana ha sparato il sinistro di prima che l’estremo difensore dei lupi ha messo in angolo.

La gara vede un Avellino alla ricerca del gol, il Palermo controlla le sfuriate dei lupi. Spingono i biancoverdi sulle fasce con Tito e Ciancio, ma gli avanti non pungono.

Al 26esimo, Aloi su punizione chiama alla parata Pelagotti. Colpo di reni del portiere rosanero che si rifugia in angolo.

Al 33esimo Avellino in vantaggio. Sull destra Maniero fa tutti bene e si porta addosso tre avversari. D’Angelo sul secondo palo in spaccata castiga il suo Palermo. Seconda rete stagionale ai rosanero per Sonny.

Giallo a Fella, il primo a finire sul taccuino di Zufferli.

Al 41esimo giallo per Aloi, i lupi sprecano due contropiedi clamorosi per chiudere la contesa.

Un minuto dopo, botta da fuori di Valente. Alta.

Senza neanche un minuto di recupero, Zufferli manda tutti negli spogliatoi.

Avellino uno, Palermo zero.

Al 46esimo, Kanoute spara il destro dai trenta metri. L’ex Catanzaro colpisce la base alta della traversa.

La parrita prende una fase di stanca

Al 58 esimo fuori Santana, dentro Silipo. Filippi toglie anche Maro g e inserisce Saraniti.

Al 61′, miracolo di Forte su Valente. Con i piedi il portiere degli irpini ancora di piede salva i lupi.

Al 65′, bella azione di Fella che poi spara con il sinistro in fallo laterale.

Il Palermo sfiora il pareggio con Valente. Batti e ribatti in area, il centrocampista rosanero si trova la sfera sul sinistro ma calcia dai venti metri alto sopra la traversa.

Al 75esimo occasionissima per Fella. Break di D’Angelo che serve la sfera a Fella che strozza il destro sprecando la chance del raddoppio.

All’80’, dentro Almici per Kanoute.

Giallo a Marconi.

Primo cambio per l’Avellino all’87’. Fuori Maniero. Entra Santaniello. Fuori anche D’Angelo, dentro Adamo.

Al 91esimo, fuori Fella. Dentro Bernardotto.

Dopo cinque lunghissimi minuti di recupero l’Avellino piega il Palermo e passa al secondo turno di Playoff.

 

Articoli correlati

Back to top button