US AVELLINO

Avellino, Rastelli: “Mi aspetto una squadra più brillante, serve una punta centrale”

Le parole dell'allenatore biancoverde nella conferenza stampa

Alla vigilia della terza giornata del girone di ritorno, il tecnico dell’Avellino Massimo Rastelli si è soffermato nella consueta conferenza stampa pre-gara per introdurre la sfida contro il Monopoli.

Domani è una gara importante contro una squadra pimpante che ha velocità e qualità in alcuni uomini. È da prendere col piglio giusto, rispettando l’avversario. Noi abbiamo voglia di fare una prestazione diversa rispetto a quella di Agropoli. Serve una partita con più brillantezza, più lucidità nelle scelte e negli ultimi 16 metri. Dobbiamo ripartire dalle ultime prestazioni che sono state fatte con determinazione, voglia e spirito di sacrificio. Mi aspetto  una squadra più vivace e brillante. Domani sotto l’aspetto fisico non ci saranno problemi”.

Sul mercato: “Serve una punta centrale. Col direttore in questi mesi abbiamo lavorato per cercare dei nomi che si potrebbero portare qui ad Avellino. Marconi era uno degli obiettivi. Tra me e la società c’è sintonia e siamo d’accordo su tutto. Per mia volontà voglio portare ad Avellino elementi di valore che alzino il livello tecnico della squadra. 

Su Di Gaudio: “Ha assorbito bene i 95 minuti di domenica scorsa. Sono contento che si è allenato con continuità e quindi è a disposizione. Se dovesse partire dall’inizio ci saranno altre situazioni che ballano in avanti come il centravanti e come l’esterno a destra”.

Su Trotta: “Marcello tatticamente è bravissimo, alterna buone cose a cose un po’ meno positive. Nella continuità lo sa anche lui che può essere ancor più determinante. In quella posizione lo posso solo aiutare”.

Sul Russo: “A sinistra ha delle possibilità e a destra ha altre possibilità. Interpreta il ruolo nel miglior modo possibile. Può giocare dappertutto” 

Su Illanes: “Mi sta facendo vedere che è pronto, deve sfruttare l’occasione quando ci sarà”.

Su Rizzo: “Non capisco le critiche. Ha fatto un errore col Giugliano. Poi questo ragazzo è attento in fase difensiva, è aggressivo, ci dà la giusta spinta in fase offensiva. È cresciuto tanto, voi vi fossilizzate su certi prototipi”.

Sui centrali difensivi: “Per vari motivi Moretti e Auriletto hanno avuto la possibilità di giocare con più continuità. Poi hanno meritato di poter continuare a giocare loro due perché hanno fatto prestazioni importante. Poi con il recupero di Illanes e Aya mi hanno messo in difficoltà perché hanno dimostrato che ci tengono”. 

In vista della partita di settimana prossima in casa del Messina: “Settimana prossima ci alleneremo sull’erba, poi partiremo un giorno prima e ci alleneremo per strada sempre su un campo in erba. Questo per abituarci di più”.

Articoli correlati

Back to top button