US AVELLINO

Bernardotto e il palo salvano Braglia : biancoverdi irriconoscibili a Bisceglie. Solo un pari per i lupi

Prime fasi di studio per entrambe le squadre. L’Avellino cerca di imporre i ritmi, ma la difesa del Bisceglie regge anche grazie ad un nell’apporto di Cittadino.

Al 7′ ci prova Santaniello. Palla alta sopra la traversa.

Al 9′ Avellino vicina al gol. Discesa di Carriero che mette una palla invitante in area, Bernardotto viene anticipato sul più bello da De Marino.

Al 17esimo bomva da fuori di Carriero che sfiora l’incrocio. Angolo.

Al 26′ Sartore scambia bene con Cittadino che calcia a rete ma la sua conclusione termina abbondantemente alta sopra la traversa.

Quattro minuti dopo, Vona duella con Bernardotto che cade in area reclamando un penalty ma il direttore di gara Luciani sorvola.

Al 34esimo Avellino sotto. Cecconi sugli sviluppi di un angolo svetta più in alto di tutti e trova il gol. Primo gol stagionale per lui.

Al 36′ Bernardotto sbatte su Russo negando il pareggio all’ariete laziale.

Un giallo a testa. Quattro su quattro per Illanes, ammonito anche Vona.

Al 44′ Cecconi dai quaranta metri tenta il gol alla Maradona, Forte non si distrae e sventa la conclusione. Incredibile giocata dell’attaccante nerostellato.

Al 46esimo, Adamo esalta Russo che salva il Bisceglie con una bella parata con i piedi.

Al termine della prima frazione dopo quattro minuti di recupero termina la prima frazione. I lupi sono sotto.

Subito doppio cambio per i lupi. Dentro Tito e Baraye. Fuori Illanes e D’Angelo.

Al 50′ Bernardotto impatta. Carriero fa tutto bene e serve l’attaccante ex Lanusei che sottomisura batte Russo e trova la sua terza rete in campionato.

Al 60′ fuori Cecconi e Tazza. Papagni mette dentro Musso e Priola.

Fuori Carriero, dentro Aloi. Al minuto 65 il terzo cambio per Braglia.

Terzo cambio anche per Papagni. Al 69esimo Rocco rileva Sartore.

Al 72′ ancora un doppio cambio per l’Avellino. Rocchi per Adamo e Fella rileva Santaniello.

Giallo a Rocchi. Appena entrato l’ex Cavese rimedia il giallo da Luciani.

All’80 l’incrocio dei pali stoppa il Bisceglie ed il migliore in campo Cittadino. Punizione perfetta per il numero otto nerostellato. Forte è immobile ed osserva la sfera stamparsi sul montante.

Giallo a Dossena e anche Silvestri. Tutta la difesa biancoverde è stata ammonita da Luciani.

All’86’ impatta bene Dossena sugli sviluppi di un calcio d’angolo di Tito. Palla alta.

Al 91′ Ciancio per Bernardotto che stacca. Palla che lemme lemme termina tra le braccia di Russo.

Al 95′ l’ultima chance è per Aloi che calcia alle stelle.

Non arriva il meno due dal Bari, i lupi conservano la terza piazza ma c’è rammarico per come è stato gestito il posticipo dopo lo stop del Bari.

 

 

Articoli correlati

Back to top button