US AVELLINO

Cupido scaglia la freccia: Maniero-Avellino, è amore vero

È San Valentino, signori: tra Maniero e l’Avellino sboccia l'amore

C’è voluto tanto tempo per far scoccare la scintilla. Vuoi per gli stadi chiusi vuoi per i pochi acuti registrati sinora, il legame tra Maniero e l’Avellino ha fatto fatica a decollare. Il matrimonio estivo aveva stuzzicato le fantasie, accarezzato il palato dei tifosi, ma il colpo di fulmine no, non c’era stato. Questione di feeling, di sensazioni, che non possono essere manovrate. Ma sulle quali però si può far leva con il tempo, con un attimo, quello necessario per permettere a Cupido di scagliare la freccia e di dare il via ad una bella storia d’amore.

Il flirt nato in occasione della doppietta alla Casertana si era raffreddato in seguito al rosso con la Turris e alla scarsa continuità di rendimento mostrata dal centravanti napoletano. Gli acuti con Potenza e Turris avevano fatto presagire margini e orizzonti, roba da “quello che potremmo fare io e te”, tuttavia ancora insufficienti per pronunciare la parola amore. Maniero e l’Avellino si osservavano, a volte si piacevano, ma non sentivano il bisogno di lasciarsi andare a questo strano sentimento.

Alla vigilia di San Valentino – o di San Modestino, fate voi – ci ha pensato però Cupido a sistemare le cose. Sotto le mentite spoglie di Aloi il dio dell’amore ha messo al centro il pallone spizzato da Santaniello e poi trasformato in oro da Maniero con una carezza al pallone, bella e delicata. Un attimo, un bacio ed ecco la scintilla. Il gol della vittoria della consapevolezza porta la firma del numero 19, che ora ha gli occhi e il cuore dell’innamorato, di chi non vuole fermarsi più. È San Valentino, signori: tra Maniero e l’Avellino è amore vero.

Articoli correlati

Back to top button