US AVELLINO

Oltre l’emergenza. Avellino, è l’ora di tornare a battere una big

Solo una gioia per i lupi contro le grandi

Tra Covid e squalifiche, l’Avellino si avvicina alla sfida con il Palermo tra tanti problemi. In casa biancoverde però non si cercano alibi e si punta ad allungare con decisione la striscia positiva iniziata con il nuovo ciclo Gautieri per dare sempre più lustro e sostanza alla propria classifica. Nella giornata in cui il Catanzaro proverà a fermare il Bari per rilanciare le proprie ambizioni, i lupi battendo i rosanero guadagnerebbero in ogni caso terreno sulle formazioni che li precedono e tornerebbero finalmente a battere una big del campionato. Un evento che non si verifica da un po’ e che verrebbe accolto con grande entusiasmo da tutto l’ambiente.

Prendendo in considerazione le sfide con le squadre che ruotano intorno all’Avellino nelle prime sei posizioni della classifica, si nota come lo score biancoverde sia scarno di soddisfazioni. Un solo successo (maturato nella sfida d’andata contro il Francavilla, quando lo status dei pugliesi non era peraltro quello attuale), tanti pareggi (Bari e Catanzaro in casa, due volte Monopoli, Palermo) e le due sconfitte (Catanzaro e Francavilla Fontana) che hanno messo fine all’era Braglia. E’ davvero arrivato il momento di invertire la rotta. Battere i rosanero, come accaduto tra l’altro nelle due sfide interne (la prima in campionato, la seconda nei playoff) della scorsa stagione, sarebbe un toccasana. Per il presente, ma anche in ottica futura. Presentarsi ai playoff (se playoff saranno) con un curriculum più sostanzioso farebbe lievitare ancor di più le quotazioni di Aloi e compagni.

Articoli correlati

Back to top button