INTERVISTE

Teramo, Paci: “Avellino costretto a vincere, sono convinto che ci saranno delle difficoltà per loro”

Ecco cosa ha detto l'allenatore biancorosso in vista della sfida contro l'Avellino

Il tecnico del Teramo, Massimo Paci, tramite i canali ufficiali del club, ha introdotto la gara di domenica pomeriggio contro l’Avellino dicendo: “L’Avellino è costretto a vincere, sono andati in ritiro, le loro motivazioni saranno alte per difendere la seconda piazza, ma anche noi vogliamo ottenere la migliore posizione possibile, anche se nella partita secca nel playoff può accadere di tutto. Conosciamo le loro caratteristiche, cercheremo di fare il massimo: affronteremo una squadra tosta, che ha pochi punti deboli e molto organizzata in fase difensiva, ma sono convinto che ci saranno difficoltà anche per loro, specie se la dovessimo mettere sotto il piano della corsa. Con il raggiungimento matematico dei playoff, credo che i ragazzi saranno alleggeriti delle pressioni e avranno più entusiasmo e spensieratezza, condizioni idonee per il nostro tipo di gioco. Per caratteristiche abbiamo calciatori che si sposano bene con il contrasto e l’intercetto di Arrigoni, come la qualità di Mungo, la maggior propensione offensiva di Ferreira e la regia di Lombardi, forse quest’ultima la scelta più logica, le soluzioni non mancano. L’Avellino propone sviluppi lunghi per i due attaccanti, quindi avere due centrali bravi di testa come Soprano e Trasciani, potrebbe essere un fattore importante per noi. Domani sarà una partita diversa dalle ultime, il campo e la tipologia di avversario ci consentiranno di attuare un certo tipo di partita e lo faremo con grande entusiasmo. Superare il maestro sarebbe bellissimo, ma non per una questione personale, bensì per la squadra: ho avuto la fortuna di avere Braglia come allenatore ed ho grande rispetto nei suoi confronti, posso immaginare quello che chiederà al proprio gruppo”.

Su indisponibili e rientri in casa Teramo:Dobbiamo valutare le condizioni di Diakite. Vitturini? E’ disponibile ma non è ancora al massimo, ho qualche remora nel mandarlo in campo. Pinzauti? L’ho visto un po’ meglio in questa settimana”. 

Articoli correlati

Back to top button