INTERVISTE

Taurino: “Se mi chiamano per un colloquio ascolterei la società, sarei lusingato”

Ecco cosa ha detto l'ex allenatore della compagine pugliese

Dopo il divorzio avvenuto qualche giorno fa con la Virtus Francavilla, mister Roberto Taurino si sta guardando attorno e sta valutando la migliore soluzione per il suo futuro da allenatore. Il tecnico pugliese è stato, a più riprese, accostato alla panchina dell’Avellino. Lo stesso ex trainer del Francavilla è intervenuto ai microfoni di Sport Channel 214 per commentare una possibile chiamata da parte della dirigenza biancoverde.

Se venissi chiamato mi farebbe piacere. Se mi chiamano è perché hanno un’idea sulla mia persona. Se mi chiamano per un colloquio ascolterei la società. Mi siederei e sentirei quello che ha da propormi la società. Come ho già detto sarei lusingato, mi ha fatto piacere sapere che è circolato il mio nome, vuol dire che ho lavorato bene”.

Parla del suo futuro: “So che qualche chiamata è arrivata. Sto sentendo, sono un allenatore libero e quindi si ascoltano varie situazioni. In questo momento se mi dovesse chiamare un direttore sicuramente ascolterei”.

Spiega, dal canto suo, la risoluzione con la Virtus Francavilla: “Non ho detto niente di strano, ho detto semplicemente che Avellino è una piazza importante ed è ambita. Poi col presidente ci siamo chiariti, e lui ha scelto un’altra strada. Per come la vedo io non può essere una semplice intervista a far saltare un’idea su un allenatore o un’idea di progetto. Al di là dell’intervista forse non c’era la massima convinzione. Non posso pensare che un’intervista possa stravolgere un progetto di lavoro”.

Articoli correlati

Back to top button