BASKETNEWSSERIE MINORI BASKET

Avellino vince di rabbia spinta dal suo pubblico, Cassino cade 77-72.

La Del Fes controlla e poi rimonta nel quarto quarto, trovando la sua prima vittoria

Arriva la prima vittoria ufficiale per i ragazzi di coach Robustelli. La Del Fes Avellino batte Cassino in una partita condizionata dai nervi e da alcuni fischi controversi. Avellino gira bene la palla ed è, fino al terzo quarto, in controllo del match. Un paio di dubbi falli tecnici e di conclusioni sbagliate condizionano mentalmente i padroni di casa, che nel corso del quarto quarto scendono fino a -12. Il pubblico, tornato finalmente al palazzetto, ha sicuramente influenzato la rimonta. Da segnalare le prestazioni di Spizzichini e Basile, mentre per gli ospiti non bastano le ottime prove di Ani e Provenzani. Tante indicazioni positive per coach Robustelli ma anche tanto da lavorare sul lato mentale. Prossimo appuntamento domenica 17 alle 18:00 sul campo di Bisceglie. Di seguito la cronaca della partita.

Primo tempo

La Del Fes schiera nel quintetto Basile, Marra, Hassan, Spizzichini e Mavric. Proprio quest’ultimo è bravo a rubare palla ad Ani e a propiziare il contropiede da cui arriva il primo canestro, da 3, di Hassan. I biancoverdi si ripetono poco dopo con un ottimo cambio di fronte di Spizzichini, che dal post serve Marra per un’altra tripla. Gli irpini continuano a segnare con Mavric e Spizzhichini, mentre la Virtus trova i suoi punti in lunetta e in area, accorciando a -2 con un appoggio dell’ex Scandone Ani (10-8 al 4′). La circolazione di palla dei biancoverdi in attacco è perfetta, Hassan e Marra vengono nuovamente serviti e bucano la retina da 3 indisturbati. Cassino non trova punti se non ai liberi con Teghini e Provenzani, scontrandosi contro la difesa schierata della Del Fes, che concede poco o nulla in contropiede. Gli irpini non sono però più continui in attacco: un appoggio di Teghini permette alla Virtus di recuperare, chiudendo la frazione sul punteggio di 22-18.

In apertura di quarto continuano le difficoltà della Del Fes, di cui ne approfitta Cassino per impattare sul 22 pari con Campori. Si scaldano gli animi e volano piccole scintille tra Teghini e Basile in seguito ad un fallo, entrambi richiamati dall’arbitro. Lo stesso play biancoverde è bravo a sbloccare i suoi con un appoggio in controtempo che rimette davanti i padroni di casa. Agbogan prima trova Hassan e poi segna lui stesso da 3, sfruttando un passaggio geniale di Spizzichini che, fintando il tiro, lo serve in angolo da solo (29-22 al 15′). La Del Fes torna a far girare splendidamente il pallone, non sfruttando però sempre le occasioni. I biancoverdi rubano due palloni in fila ed un’altra tripla di Agbogan costringe il coach di Cassino a chiamare timeout (34-26 al 18′). Gli ospiti escono bene dal minuto di sospensione e vanno a referto con Provenzani e Ky-Lee, accorciando nuovamente e concludendo il primo tempo per 36-34.

Secondo tempo

La Virtus inizia bene e si porta per la prima volta in vantaggio con un reverse di Moffa. Avellino torna però immediatamente avanti con Spizzichini, che prima segna in area e poi con un bel tiro in fade-away dal post (40-38 al 23′). Cassino firma il controsorpasso con un canestro controverso: Ani va in contropiede da solo ma sbaglia la schiacciata, Campori raccoglie il rimbalzo ed appoggia quando però Ani è ancora appeso al ferro. Le proteste della panchina biancoverde vengono accolte con un fallo tecnico, tra la rabbia del pubblico tornato al palazzetto. Il libero non va a segno ed Avellino poco dopo rimette la testa avanti con un canestro di Mavric (45-44 al 26′). Lestini sblocca i suoi dalla distanza, prontamente risposto da Venga ai liberi (47-47 al 28′). A Marra viene fischiato un fallo tecnico e Campori lo sfrutta completamente, segnando sia alla lunetta che su azione. Il terzo quarto termina con Cassino avanti 49-52.

L’ultimo quarto inizia nel peggiore dei modi per i padroni di casa: Provenzani e Lestini segnano da 3 punti contro un’Avellino sempre più nervosa. In due minuti l’arbitro fischia altri due tecnici (quattro in tutta la partita) prima contro Spizzichini e poi contro Basile, reo di aver protestato troppo dopo l’assegnazione a Cassino di un pallone che credeva recuperato. Tra i tantissimi dubbi dell’ultimo fischio, Cassino sfrutta il momento e vola così a +12 (49-61). Il pubblico, su tutte le furie, galvanizza gli irpini che rubano due palloni in fila alla rimessa e segnano due triple consecutive con Basile (57-62 al 34′). Hassan in uno contro uno batte il difensore e segna il canestro del -3 (59-62 al 35′). La Del Fes si perde poi nel nervosismo, un paio di azioni individuali di troppo permettono agli ospiti di riallungare con una tripla di Campori. Il momento è però ora favorevole ai biancoverdi: Spizzichini schiaccia e Agbogan continua a segnare da 3, recuperando poi palla con uno sfondamento. Marra impatta la partita, risposto però subito da un’ulteriore conclusione dalla distanza di Lestini. Mavric subisce fallo antisportivo e, dall’azione che ne segue, è bravo Hassan a subire fallo e a segnare i due liberi del pareggio (69-69 al 39′). Il controsorpasso irpino è ad opera di Marra, che segna un libero e prende poi due rimbalzi offensivi, mettendo un possesso intero di distanza tra le due squadre (72-69 a 37 secondi dal termine). Nelle ultime azioni la Del Fes mette in ghiaccio la partita: Basile segna alla lunetta e Cassino è costretta all’infrazione di 5 secondi alla rimessa. Il gioco dei falli non permette a Cassino di rientrare: il match termina 77-72 in favore di Avellino.

Del Fes Avellino: Hassan 16, Agbogan 9, Basile 20, Mavric 5, Marra 11, D’Andrea, Cepic, Spizzhichini 12, Ense NE, Zavstavnyi NE, Venga 2  allenatore Robustelli

Virtus Cassino: Lestini 9, Moffa 4, Ani 15, Provenzani 17, Teghini 6, Razic, Gambelli NE, Ky-Lee 6, Idrissou, Campori 14, Birra NE, Mastrocicco NE  allenatore Vettese

Articoli correlati

Back to top button