RUBRICHE

Focus Messina – Raciti e mercato, funziona il nuovo corso giallorosso

Gli ex Avellino Kragl e Fumagalli subito decisivi

Reduce da otto risultati consecutivi, l’Avellino prepara la trasferta sul campo del Messina, formazione rigenerata dal recente cambio di allenatore.

Vediamo insieme come arriva la formazione giallorossa all’incrocio con gli uomini di Massimo Rastelli.

La classifica

Il Messina occupa attualmente la diciottesima posizione in classifica con 17 punti all’attivo, frutto di 5 vittorie, 2 pareggi e 15 sconfitte. 19 gol realizzati, 36 quelli subiti. Se il campionato finisse oggi, la formazione guidata da Ezio Raciti si giocherebbe la salvezza nella doppia sfida playout (andata in casa, ritorno in trasferta) contro la Turris di Gaetano Fontana.

Il momento dei siciliani

Nelle ultime 5 giornate di campionato il Messina ha collezionato 6 punti, frutto di 2 vittorie (Francavilla e Viterbese, ottenute nelle ultime due gare disputate) e 3 sconfitte (Juve Stabia, Taranto e Crotone). 6 gol realizzati, 8 quelli subiti. Nell’ultimo turno è arrivato il primo successo in trasferta della stagione sul campo della Viterbese (3-1 il risultato finale). I peloritani hanno fatto bottino pieno, in un vero e proprio scontro diretto in chiave salvezza, grazie alle reti di Catania, Kragl e Marino. Ai gialloblù non è bastato invece il rigore di Marotta (rete del momentaneo 1-2).

Il percorso interno

Tra le mura amiche la formazione giallorossa ha conquistato 14 punti (l’82% del totale), frutto di 4 vittorie, 2 pareggi e 5 sconfitte. 15 gol realizzati, 15 gol subiti. Nelle ultime 5 gare giocate in casa, Fofana e compagni hanno conquistato 4 punti, con 1 vittoria, 1 pareggio e 3 sconfitte. 4 gol realizzati, 6 gol subiti. Nell’ultima gara interna è arrivato il primo successo della gestione Raciti, bissato poi come sottolineato sopra dal colpo di Viterbo, grazie al 2-1 (reti di Balde e Fofana, Patierno a segno per gli uomini di Calabro) rifilato alla Virtus Francavilla.

Verso la sfida di domenica

Grazie al ritorno in panchina di Raciti (due vittorie su due per il nuovo allenatore) e ad alcuni colpi sul mercato (gli ex Avellino Fumagalli e Kragl, l’attaccante Perez dal Francavilla) la stagione del Messina ha preso una piega diversa rispetto alla negatività (1 punto nelle precedenti 8 gare) delle settimane precedenti. La squadra si è rivitalizzata ed è pronta a continuare la risalita dopo aver lasciato l’ultima posizione in classifica. Grattacapi non da poco per un Avellino che si avvicina invece alla sfida con umori e risultati diversi da quelli sperati dopo l’ottima chiusura dell’anno solare appena andato in archivio.

Articoli correlati

Back to top button