SERIE B

Pagelle. Terracciano sempre più “Man of the Match” per i lupi

Terracciano 7 – L’Avellino resiste alle offensive biancocelesti. E ancora una volta deve tanto al numero 22. Autore di una prodezza su Viviani. La solita saracinesca. THE BIG SHOW (il grande spettacolo)

Fabbro 6.5 – Torna ai suoi livelli standard. Picchia duro. Spadroneggia di testa su tutti i cross. Ed pericoloso anche in fase offensiva. Meriterebbe più fortuna. STOP THE ROCK (fermate la roccia)

Peccarisi 5.5 – Male nel primo tempo. Si fa anticipare spesso e di conseguenza commette molti falli per rimediare. Meglio nella ripresa. Quasi sufficiente. In crescita. WAKE UP! (sveglia!)

Izzo 6.5 – Il pilastro della difesa. Anche costruttore di gioco. Un difensore che migliora sempre di più. Su livelli eccelsi anche a Pescara. Non si passa. DIAMOND (diamante)

Massimo 7 – Finalmente ha preso in mano il centrocampo. Aveva solo bisogno di tempo. Non è Togni e si sente. Ma gioca bene e semplice. Il goal è da far invidia a Rivaldo. WOLF’S CLOCK (l’orologio dei lupi)

Arini 6 – Lotta come sempre. Non si risparmia. E’ il polmone del centrocampo irpino. Ma è stanco e non regge fino al 90°. Va bene così.  HOWEVER TIRELESS (instancabile lo stesso)

D’Angelo 6 – Regalo di Rastelli dopo il compleanno di questa settimana. Esordio da titolare in B. Con Arini forma una coppia tutto fiato e muscoli. Si fa rispettare in mezzo al campo. Non delude le attese. HAPPY BIRTHDAY AGAIN (ancora buon compleanno)

Zappacosta 6 – La nazionale lo ha sfiancato. Il turno infrasettimanale non aiuta le cose. Ma l’esterno è in crescita e ha ripreso a sgroppare. Non è ai livelli delle prime due gare. Ma la sua presenza si sente eccome. WHAT A MOTOR (che motorino)

De Vito 6 – Sufficiente appena la prova dell’ex Cittadella. Manca di un po’ di personalità e di cattiveria. Garantisce corsa e difesa. Ma poca spinta. Affidabile. SECURITY (sicurezza)

Galabinov 6 – E’ vero. Palla al piede sembra lento e non avrà ancora la mira precisa come a Gubbio. Ma sfrutta tutto il suo fisico per tenere in apprensione la retroguardia del Pescara. Male con Herrera nel primo tempo. Meglio l’intesa con Castaldo nella ripresa. Nel finale ha anche l’occasione per siglare il 2-1, ma il suo destro non è perfetto. Sta migliorando a vista d’occhio. THE GIANT (gigante)

Herrera 4.5 – Spaesato. Corre a vuoto. Non si intenda mai con Galabinov. Fuori dagli schemi. Il folletto è spento. Non rientra in campo nel secondo tempo perché sostituito. FAILURE (fallimento)

(Giocatori subentrati a gara in corso)

Castaldo 6.5 – La sua entrata in campo rinvigorisce l’attacco e da un senso alla presenza di Galabinov. Ottima l’intesa tra i due. Anche la possibilità di segnare nella ripresa. E’ imprescindibile per i lupi. PRECIOUS (prezioso)

Bittante 5.5 – Nei suoi piedi il pallone del 2-1. Ma sbaglia la conclusione. Entrato a partita in corso per sostituire Zappacosta, fa il suo dovere. Freschezza non sfruttata al massimo in attacco però. Peccato. TO BE CONTINUED (non finisce qui)

Schiavon 6 – Turno di riposo per Schiavon. Ma in campo c’è bisogno di lui. Entra e da manforte a entrambe le fasi. La sua tecnica aiuta nel finale a tenere per qualche secondo in più il pallone. GOLDEN BOY (ragazzo d’oro)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button